L’amministratore delegato di Ducati, Claudio Domenicali, è stato insignito del titolo di Honorary Investor Advisor (HIA) della Commissione per gli investimenti del Governo tailandese. La nomina è stata formalizzata nel corso di un incontro ufficiale del BOI a Bangkok presieduto dal vice primo ministro Somkid Jatusripitak, in cui Domenicali ha partecipato insieme a Gabriele Piaggio, general manager di Ducati Motor Thailand.

Durante il meeting sono state discusse le strategie d’investimento delle aziende estere che operano in Tailandia e Domenicali è stato ufficialmente insignito quale Honorary Investor Advisor di questa commissione. Nella stessa giornata, insieme agli altri membri HIA, Domenicali ha incontrato il Primo Ministro della Tailandia, il Generale Prayut Chan-o-Cha, per una visita di cortesia al palazzo del Governo tailandese.

Thai Board of Investment-Ducati_02

“La volontà di Ducati di costruire uno stabilimento produttivo in Tailandia è stata strategica per il nostro piano di crescita globale e il supporto che abbiamo ricevuto dal BOI è stato fondamentale – ha affermato Domenicali -. Sono fiero di essere stato insignito di questa carica e altrettanto orgoglioso della qualità ed efficienza raggiunte dalla nostra struttura Ducati Motor Thailand. Come parte del Gruppo Volkswagen-Audi, Ducati porta la sua eccellenza nella regione asiatica così come nel resto del mondo”.

Il progetto di costruire lo stabilimento in Thailandia, che si trova a circa 150 km a sud di Bangkok nel distretto industriale di Rayong, è iniziato nel 2010 in accordo con il BOI tailandese. La produzione è stata avviata nel 2011 con la famiglia Monster. Ducati Motor Thailand ha una struttura di oltre 45.000 metri quadrati, attualmente impiega 200 persone e produce quasi l’intera gamma Ducati destinata ai mercati asiatici. Quest’anno, prevede un aumento della produzione del 15%.