Nell’ultima sessione di crash test Euro NCAP 2016, Audi A4, A5, Q2, Ford Edge, Hyundai Ioniq, e Suzuki Ignis (solo la versione con safety pack) hanno raggiunto il massimo punteggio. Sei dunque i modelli testati che hanno ottenuto le 5 stelle, di cui due valutati sia nella configurazione standard sia con safety pack.

Il freno automatico di emergenza, previsto come optional, fa conquistare invece alla SsanYong XLV 4 stelle (3 senza). Meglio di lei fa la Suzuki Ignis, che nella versione standard raggiunge 3 stelle ma con il safety pack ne aggiunge altre 2.

I risultati dei test mettono ancora una volta in evidenza l’importanza del freno automatico di emergenza (Autonomous Emergency Breaking, AEB), un dispositivo che viene declinato con parole e tecnologie spesso differenti da costruttore a costruttore ma la cui sostanza non varia.

Nella protezione di conducenti e passeggeri adulti, ottime le performance di Audi Q2 (punteggio 93 su 100) e della Hyundai Ioniq (91), mentre nella protezione dei bambini a bordo una nota di merito va alle Audi A5 e A4 con 87 punti e alla Q2 con 86 punti. Nella protezione del pedone la più efficace è la Suzuki Ignis (77 punti), con un risultato superiore addirittura a quello di Audi A5 e A4 (75).

Nella valutazione dei sistemi di protezione attivi (Safety Assist) ottima la Ford Edge, che con 89 punti stacca di 7 lunghezze la Hyundai Ioniq, con una performance comunque ottima. In virtù di questi ultimi test, secondo il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, “occorre accelerare i tempi dell’obbligatorietà dell’AEB per i veicoli nuovi”. Anche perché, ricorda il presidente, “studi di settore hanno dimostrato perseguibili riduzioni nel numero dei morti e dei feriti gravi dell’ordine del 15-25%”.

crash test euro ncap 2016