Nella nona serie di test Euro NCAP di questo 2017 hanno ottenuto il massimo punteggio la nuova Bmw X3 (leggi anche il nostro primo contatto su strada), la DS 7 Crossback, la Honda Civic, la Jaguar E-Pace, la Mercedes Classe X, la Porsche Cayenne e le nuove Subaru Impreza e XV. Solo tre stelle, invece, conquistate dalla Citroen e-Mehari.

La nuova Bmw X3 ottiene ottimi punteggi per l’off-road, con eccellenze nella protezione al colpo di frusta e nello scontro contro la barriera laterale, oltre alla valutazione massima del freno automatico di emergenza alle basse velocità. Buona la protezione del pedone per la presenza del cofano attivo. Qualche criticità, invece, a livello di torace del passeggero posteriore nello scontro pieno contro la barriera, per il conducente nel test del palo e per il collo dei bambini in caso di impatto frontale.

Buoni risultati complessivi per la DS 7 Crossback, con eccellenze nello scontro laterale, nella protezione dei bambini di 6 e 10 anni e nella protezione delle gambe dei pedoni in caso di investimento. Non adeguata, invece, la protezione per il torace del conducente in caso di urto contro il palo; buone le prestazioni dei sistemi di assistenza alla guida.

Rivalutata la nuova Honda Civic, a seguito delle modifiche apportate agli airbag laterali a tendina (il precedente test era stato effettuato lo scorso luglio). Ottima la protezione in caso di urto contro la barriera laterale e il palo, qualche criticità per la protezione del torace del passeggero posteriore in caso di urto frontale, del collo e del torace dei bambini di 6 e 10 anni in caso di urto frontale, e per il colpo di frusta, a causa della geometria del sedile posteriore.

Per la Jaguar E-Pace ottimi i risultati per lo scontro contro la barriera laterale, contro il palo e per la protezione dei bambini. La presenza del cofano attivo offre un’adeguata protezione in caso di urto con il pedone. Criticità nella protezione del torace del passeggero, che a causa della non adeguata pressione dell’airbag va a colpire lo sterzo in caso di urto frontale, anche se la testa è adeguatamente protetta. Altre piccole criticità nella protezione al colpo di frusta per il passeggero posteriore e per la tibia del conducente.

Cinque stelle anche per il primo pick-up Mercedes. La Classe X ha un ottima dotazione di sistemi di assistenza alla guida, con eccellenti risultati del freno automatico di emergenza alle basse velocità. Piccole criticità nella protezione al torace dei bambini nella prova di urto frontale e nella protezione al colpo di frusta per la geometria del sedile posteriore.

I due modelli Subaru testati sono strutturalmente identici e con lo stesso allestimento. La leggera differenza di altezza, però, ha comportato test aggiuntivi per la nuova Impreza. Ottimi i risultati di entrambi i modelli, con massimo punteggio per la protezione di tutte le parti del corpo in caso di urto contro la barriera laterale. La media giapponese ha avuto la migliore valutazione, in questa serie di test Euro NCAP, per la protezione dei bambini a bordo. Leggera penalizzazione sol per la protezione del passeggero posteriore, a causa dello scivolamento, durante il test, del bacino del dummy sotto la cintura di sicurezza. Nella prova di impatto con il pedone, l’Impreza è stata sfavorita rispetto alla XV a causa della diversa conformazione del cofano anteriore.

Infine, l’elettrica Citroen e-Mehari che conquista soltanto 3 stelle, a causa della scarsa protezione al colpo di frusta per i passeggeri posteriori e la poca protezione per la testa del pedone in caso di urto contro il cofano e delle gambe dei passeggeri in caso di urto frontale. Ulteriore penalizzazione l’assenza di sistemi di assistenza alla guida (Adas).