In base al recente rapporto Censis-Michelin sulla mobilità, l’auto è il mezzo di trasporto più usato dagli italiani e viaggiare sicuri è la priorità di ogni automobilista. Dopo la preoccupazione di subire un furto in casa, infatti, il rischio d’incidente stradale è la seconda preoccupazione degli italiani con una percentuale del 71%, che sale al 76% tra coloro che si spostano abitualmente in auto.

Dallo studio emerge inoltre che viaggiare sicuri significa avere buoni freni e buoni pneumatici. I componenti dell’auto di cui gli italiani si preoccupano prima di iniziare un viaggio, infatti, sono per il 71,7% i freni, per il 64,7% i pneumatici, poi l’olio motore (36,2%), le cinture di sicurezza e l’airbag (30,1%), l’acqua del radiatore (22%), il funzionamento delle luci (18,5%) e la frizione (10,7%).

Per decidere quale pneumatico acquistare, l’automobilista può contare sulle informazioni riportate sulla etichetta europea, strumento che fornisce importanti indicazioni su tre prestazioni: frenata su bagnato, efficienza energetica e rumorosità. Per rispondere alle esigenze di automobilisti sempre più attenti e premurosi, Michelin ha strutturato la propria offerta invernale in due categorie: CrossClimate, la soluzione per gli automobilisti che tendono a usare pneumatici estivi tutto l’anno, e Alpin, per chi viaggia spesso in condizioni invernali severe e richiede pneumatici specifici.

L’Alpin è quindi il pneumatico invernale di Michelin che meglio si adatta alla neve, che dimostra la sua eccellenza quando il battistrada è vicino al limite legale di usura (2 mm di profondità di scultura). Test effettuati da Tuv Sud, infatti, hanno dimostrato che a questo livello di usura il pneumatico Michelin Alpin sulla neve si ferma 5,9 metri prima rispetto alla media dei concorrenti e offre migliore trazione in pendenza.

Le ottime performance del pneumatico da usurato derivano dall’introduzione di una nuova scultura molto intagliata, che si evolve e rigenera con l’usura del pneumatico grazie a due innovazioni principali: lamelle a goccia d’acqua autobloccanti in 3D, che permettono ai canali di apparire e allargarsi man mano che il pneumatico si usura aumentando l’evacuazione dell’acqua e della neve, e battistrada bi-mescola (in pratica la mescola cambia con l’usura).

Il pneumatico nuovo non ha un indicatore di usura invernale fissato a 4 mm, perché è performante fino al limite legale di usura posto a 1,6 mm. Al contrario, però, ha un diverso indicatore di usura che fornisce una percentuale facilmente leggibile del battistrada rimanente: 75%, 50% e 25%. La nuova gamma Michelin Alpin è attualmente disponibile in 32 dimensioni e sarà completata con altre 26 misure a maggio 2019 (le sezioni vanno fino a 225 mm, sezioni superiori sono disponibili nella gamma Pilot Alpin).