Ducati, record storico di vendite. Scrambler la chiave del successo

Vendite a livelli da record in Casa Ducati che nel solo mese di aprile ha consegnato 7.309 motociclette. Crescita senza precedenti soprattutto in Italia con Scrambler, che nel mese di aprile è risultata la moto più venduta in assoluto.

Ducati Multistrada 1200

È iniziato nel migliore dei modi il 2015 per Ducati, confermando il positivo trend che negli ultimi 5 anni ha visto costantemente crescere vendite e produzione della Casa motociclistica di Borgo Panigale. Il duro lavoro infatti ripaga sempre, tanto che per Ducati il mese di aprile appena concluso ha fatto registrare un nuovo record assoluto di vendite con la consegna di ben 7.309 moto, il 29% in più rispetto allo stesso mese del 2014.

Per capire quanto sia importante questo risultato basta pensare che il precedente “mese da record” in Casa Ducati risale a maggio 2012, quando vennero consegnate 6.500 moto.

I NUOVI MODELLI LA CHIAVE DEL SUCCESSO
In totale, nei primi quattro mesi 2015, sono state vendute 17.881 moto, con un 10% di incremento sullo stesso periodo dell’anno precedente. Il segreto di questo importante successo è senza ombra di dubbio legato all’introduzione dei nuovi modelli che caratterizzano la gamma Ducati 2015, in particolar modo Scrambler, 1299 Panigale ed il nuovo Multistrada 1200.

Tutte queste novità, grazie al loro contenuto stilistico, tecnologico e prestazionale, stanno infatti riscuotendo un enorme successo tra il pubblico di appassionati ducatisti, attraendo anche tantissimi nuovi clienti in tutto il mondo.

Se entriamo nel dettaglio, nel mese di aprile Ducati ha letteralmente conquistato l’Europa registrando una rilevante crescita sul piano delle vendite dove spiccano il +52% della Germania, il +54% della Spagna, il +50% del Regno Unito, il +13% della Francia e un interessante + 69% fatto registrare dal mercato italiano, dove lo Scrambler è risultata la moto più venduta in assoluto.

Oltreoceano, invece, le novità della gamma 2015, per esigenze logistiche, stanno arrivando in questi giorni garantendo alla Casa di Borgo Panigale ulteriore ottimismo e fiducia verso traguardi di crescita ancora più importanti e significativi. In poche parole: “italians do it better”.