Dopo Sauber, Renault e Force India oggi è stata la Mercedes a svelare la propria monoposto per la stagione 2017 di Formula 1. In un live streaming sui profili social ufficiali (con un fastidiosissimo effetto a 360°), la scuderia tedesca ha tolto i veli alla nuova W08-Hybrid in un box del circuito di Silverstone, dopo una sessione di riprese in mattinata con Lewis Hamilton alla guida della nuova Freccia d’Argento.

Rispetto alle altre monoposto presentante negli ultimi giorni, della nuova Mercedes F1 salta subito all’occhio la mancanza della pinna posteriore sul cofano motore, dove però troviamo una deriva lungo tutta la parte posteriore. Anche la W08 presenta un muso con lo “scalino” nella parte mediana, come già visto sulla Force India, con l’ala anteriore dal look molto accattivante con svariate appendici aerodinamiche. La soluzione più interessante della Mercedes sta però nelle pance laterali, che hanno una linea più chiusa e stretta nella parte inferiore.

Tra gli uomini Mercedes c’è ottimismo e lo si può capire dalle parole dei piloti. Lewis Hamilton ha avuto il privilegio di essere il primo a portare in pista la nuova Freccia d’Argento ottenendo riscontri positivi stando a quanto dichiarato: “Oggi ho potuto provarla in pista e naturalmente la monoposto appare più larga, le gomme anteriori sembrano enormi e c’è molto più grip, anche se oggi la pista era piuttosto fredda. Questo era solo uno shakedown, ho provato ad andare un po’ più veloce ma c’erano molte raffiche di vento e l’asfalto era umido. Onestamente la vettura mi sembra identica rispetto alle ultime stagioni in termini di ergonomia, ma abbiamo a che fare con una bestia molto più potente”.

“Trovare i limiti della vettura – ha concluso Hamilton – è il grande punto interrogativo di questo inizio di stagione: dovremo capire dov’è il limite della macchina, delle gomme, a che punto ci sarà sottosterzo e a quale sovrasterzo. Dovremo lavorare molto prima di iniziare a correre realmente nei test di Barcellona”.

Non nasconde l’entusiasmo anche l’ultimo arrivato in casa Mercedes, Valtteri Bottas, chiamato a sostituire il campione del Mondo in carica Nico Rosberg dopo il suo ritiro dalle corse. Il pilota finlandese non vede l’ora di guidare la nuova Mercedes, cosa che farà oggi pomeriggio: “È incredibile quanto sia bella da guardare questa vettura. Quello che mi piace molto è che sembra molto ‘pulita’, ma in realtà c’è una grande quantità di dettagli frutto di un grande sviluppo. A vederla sembra una buona vettura, ma per il momento non c’è molto da dire”.

2017 Silver Arrows Launch - Unveil

“Ogni squadra sta presentando la propria vettura e ci sono tanti approcci diversi – ha proseguito Bottas – ma io mi sento fiducioso. È stato fatto tanto lavoro per realizzare una vettura come questa e penso che abbiamo preso la direzione giusta. Quando la guiderò per la prima volta sarà un momento molto speciale. Aspettavo questo momento da un bel po’ e non vedo l’ora di cominciare”.

Fiducioso anche Toto Wolff, il quale però mette in guardia la squadra da possibili sorprese dettate dal cambio di regolamento, citando ciò che ha fatto la Brawn GP nel 2009: “Quando ci sono delle rivoluzioni sul fronte regolamentare si è costretti a realizzare progetti completamente nuovi. Oggi siamo scesi in pista e abbiamo completato i primi giri senza problemi, e questa è già una bella soddisfazione quando si pensa che tutto sulla monoposto è nuovo”.

“Negli ultimi tre anni – ha aggiunto Wolff – abbiamo avuto la fortuna di essere il punto di riferimento, ma quando si introduce un regolamento nuovo si riparte da zero e si esplorano nuove aree. C’è sempre il timore che qualche avversario possa aver avuto un’idea del tutto nuova, come accadde nel 2009 con la Brawn GP, quindi incrociamo le dita e vediamo. Questo è il momento di rimanere umili e tenere i piedi per terra”.

“Nessuna delle squadre ha corso con queste regole – ha concluso il team principal Mercedes – e al momento tutti abbiamo gli stessi punti: zero. In questa stagione lo sviluppo tecnico a campionato in corso giocherà un ruolo molto importante nel determinare l’esito finale. Nessuno di noi sa dove ci posizioneremo a Melbourne, ma sono fiducioso. Qualunque sarà quella posizione, abbiamo le persone e la capacità per affrontare ogni sfida che avremo davanti a noi. Questa sarà la stagione in cui il nostro team potrà mostrare la sua vera forza”.