Dopo 8 anni di assenza un pilota italiano torna a correre in Formula 1. Dal prossimo anno, infatti, Antonio Giovinazzi sarà un pilota dell’Alfa Romeo Sauber che, dopo settimane di trattative, ha definitivamente sciolto i dubbi sul compagno di squadra di Kimi Raikkonen, andando a formare una coppia “made in Ferrari”. Dopo Jarno Trulli, che nel 2011 ha chiuso la sua carriera nel Circus con la Lotus, dal prossimo anno rivedremo in F1 un pilota italiano.

Giovinazzi ha già disputato due gran premi, sempre con la Sauber, nel 2017, ma per la prima volta dal prossimo anno sarà titolare. “Un pilota italiano in Formula 1 con uno dei marchi italiani che ha fatto la storia delle corse automobilistiche – si legge nella nota ufficiale Alfa Romeo Sauber –. Seguendo la sua tradizione di scoprire e coltivare giovani talenti, il team Alfa Romeo Sauber F1 ha scelto il pilota italiano, che ha lavorato con la squadra negli ultimi due anni, per correre al posto di Charles Leclerc. La decisione di eleggere Antonio Giovinazzi è particolarmente significativa nella portata del progetto, che in questa stagione ha visto il ritorno di Alfa Romeo al culmine degli sport motoristici dopo una pausa di oltre 30 anni. L’incontro tra Alfa Romeo e il pilota italiano è stato naturale, anche in considerazione del forte legame che ha legato Giovinazzi al marchio fin dalla tenera età, ed è motivo di orgoglio nazionale considerando che sono passati diversi anni da quando un pilota italiano ha gareggiato Formula 1”.

Entusiasta il pilota di Martina Franca. “Sono felice di entrare a far parte del team Alfa Romeo Sauber – ha commentato Antonio Giovinazzi –. Questo è un sogno diventato realtà, ed è un grande piacere avere la possibilità di correre per questa squadra. Come italiano, è un grande onore per me rappresentare un marchio iconico e di successo come l’Alfa Romeo nel nostro sport. Vorrei ringraziare la Scuderia Ferrari e l’Alfa Romeo Sauber per avermi dato questa grande opportunità. Sono molto motivato e non vedo l’ora di iniziare a lavorare per ottenere grandi risultati insieme”.

Soddisfazione per il ritorno di un pilota italiano in Formula 1 anche da parte del presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani: “Dobbiamo ringraziare Ferrari per aver creduto e sostenuto il passaggio di Antonio Giovinazzi in Sauber. La federazione sportiva Aci ha fatto tutto quello che era nelle proprie possibilità per arrivare a questa fantastica opportunità per i colori italiani. Il continuo impegno dell’Aci è da sempre orientato alle giovani promesse dell’automobilismo sportivo, offrendo loro un percorso che parte dai kart, passa per Formula 4 e Formula 3, e sfocia in Formula 1. Con orgoglio riscontriamo che questa strada è stata aperta per la prima volta al mondo proprio dall’Automobile Club d’Italia”. In conseguenza dell’annuncio di Antonio Giovinazzi come nuovo pilota titolare, Marcus Ericsson diventerà terzo pilota e brand ambassador Alfa Romeo Sauber.