Prove Libere 2

Valtteri Bottas ottiene il miglior tempo nella FP2 del Gran Premio di Abu Dhabi sul circuito di Yas Marina. Il finlandese della Mercedes, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale, ha ottenuto il miglior tempo in 1’37”236 precedendo la coppia di piloti Red Bull, con Max Verstappen secondo a 44 millesimi di ritardo e Daniel Ricciardo terzo a quasi 2 decimi, a conferma dell’ottima competitività della scuderia austriaca. Quarto tempo per Lewis Hamilton davanti alle due Ferrari, parse leggermente in difficoltà rispetto agli avversari; Kimi Raikkonen chiude in quinta posizione a 2 decimi di ritardo, mentre Sebastian Vettel è sesto staccato di tre decimi dalla vetta.

Nulla di particolarmente significativo in questa sessione di prove libere, eccetto per qualche polemica sollevata per il cordolo molto alto in uscita di curva 20 con alcuni piloti, tra cui Verstappen e Charles Leclerc, che hanno rischiato seriamente di danneggiare il fondo delle monoposto. Romain Grosjean è il migliore dei piloti fuori dalla Top 6, portando la sua Haas in settima posizione, con Nico Hulkenberg 8^, Kevin Magnussen 9^ ed Esteban Ocon 10^ a terminare la Top-10.

Al termine della sessione, Lewis Hamilton è stato richiamato dai commissari di gara per un’azione controversa. Una situazione simile a quella vista in gara a Hockenheim, con l’inglese che questa volta, però, dopo aver tagliato la riga bianca che delimita la corsia di decelerazione per entrare in pit-lane ha fermato la sua Mercedes W09, inserito la retromarcia e fatto manovra rientrando comodamente ai box. Un’azione pericolosa nel caso qualche pilota fosse sopraggiunto in quel momento all’ultima curva o in entrata ai box. Dopo essere stato convocato in direzione gara, al campione del mondo 2018 è stata inflitta solo una reprimenda che lo fa salire a quota due nel corso di questa stagione.

Prove Libere 1

Verstappen Abu Dhabi 2018

Max Verstappen ha concluso davanti a tutti la prima sessione di prove libere. L’olandese si è piazzato davanti a Daniel Ricciardo di quattro decimi, fermando il crono in 1’38”491. Seguono le Mercedes di Bottas e Hamilton, rispettivamente a nove decimi e un secondo da Max. Nella prima sessione di prove, Hamilton è sceso in pista con il numero 1 al posto del 44 sulla sua monoposto. Quinta posizione per Ocon (+1,6”) seguito da Magnussen (+1,7”). Per trovare le Ferrari dobbiamo arrivare alla settima e ottava posizione, con Raikkonen davanti a Vettel, entrambi a 1,9” di ritardo da Verstappen. Chiudono la top ten Sainz e Grosejan.

Le prime libere ad Abu Dhabi sono ancor meno significative rispetto agli altri weekend, visto che si disputano in pieno giorno, mentre qualifiche e gara si svolgeranno a tramonto inoltrato, quindi le temperature di asfalto e aria saranno totalmente sfasate. Così come dichiarato da Alberto Antonini subito dopo le FP1, la Ferrari ha fatto prove sperimentali con un occhio già al 2019, provando un’ala anteriore particolare. Capitolo terzi piloti: sedicesimo Antonio Giovinazzi, ultimo Robert Kubica, entrambi titolari rispettivamente con Alfa Sauber e Williams nella prossima stagione.

Hamilton Abu Dhabi 2018