F1 GP Austria. Raikkonen: Un pomeriggio schifoso. Vettel: Pensavo di potere competere con le Mercedes

Iceman non sa spiegarsi l’esclusione in Q1: “Non so come e perché sia stato possibile che io mi sia fermato in Q1. Pensavo di avere ancora un tentativo ed invece non era così. Nessuno mi ha avvisato”. Il quattro volte campione del mondo: “C'è molto lavoro da fare ma nel complesso sono contento per il terzo posto”. Nico Rosberg: “Diffido della Ferrari di Vettel che parte dal lato pulito della pista”.

ROSBERG-HAMILTON- VETTELRimane il pilota nel mirino, l’osservato speciale. Criticato per aver perso il terzo posto in Canada, su Kimi Raikkonen si è scatenata la temperie delle critiche meno indulgenti dopo che oggi si è fermato in Q1. Una esclusione misteriosa che giova alla causa di un pilota ancora in attesa di conferma nella scuderia di Maranello.

“Un pomeriggio schifoso. Non so come e perché sia stato possibile che io mi sia fermato in Q1. Pensavo di avere ancora un tentativo ed invece non era così. Nessuno mi ha avvisato. Se lo avessi saputo non avrei preso le distanze dalle macchine che avevo davanti per rilanciarmi. Guadagno quattro posizioni? Che bella notizia! Domani non so cosa potremo fare. Sarà una gara d’attacco, vedremo fin dove potremo arrivare”, Kimi Raikkonen.

Più veloce nelle libere 1 e nelle libere 3. La forza d’urto della Ferrari di Sebastian Vettel ha esaurito stamane le sue potenzialità. Nel pomeriggio… la musica è finita, gli amici se ne vanno e il quattro volte campione del mondo si è ritrovato ancora terzo. Solo tre decimi di distacco da Hamilton,ma terzo.

“Ancora una volta ho ritenuto di essere un pò più vicino alle Mercedes ma erano troppo veloci. C’è molto lavoro da fare ma nel complesso sono contento per il terzo posto. Abbiamo provato di tutto, siamo sembrati competitivi in tutte le prove e siamo arrivati bene alle qualifiche anche se la Q1 è stata complicato per tutti, siamo rientrati nel gruppo. In generale le macchine col motore Mercedes sembrano in grado di aumentare le prestazioni. Anche le Williams erano molto vicine. Sono soddisfatto della macchina. Abbiamo fatto un ottimo lavoro grazie al team, dovremmo avere un ottima auto anche in gara. Abbiamo una macchina molto veloce. Anche questa mattina mi sono trovato molto bene. Domani potrebbe essere una storia diversa. Speriamo. Questa pista necessita una forte spinta per tutto il weekend, Nico e Lewis lo hanno fatto commettendo qualche errore nelle libere ma è normale, speriamo che anche domani dovranno spingere al limite. Di solito chi non commette errori fa bene in gara e se sei il più veloce vinci. Spingeremo quanto potremo. Spero che nel passo gara saremo più vicini. Sono fiducioso perché tra sabato e domenica di solito siamo più vicini, speriamo. Le Williams? Sono forti qui, dovremo stare attenti ma credo che saremo più veloci in gara, dovremmo essere avanti. L’importante è partire bene, il resto si vedrà”, Sebastian Vettel.

In Mercedes la serie delle pole position continua in favore di Lewis Hamilton. Quando sembra in difficoltà l’inglese riesce sempre a tirare fuori gli artigli ed a graffiare. Soprattutto il compagno rivale.

“Sembrava un pomeriggio storto che si doveva concludere male. La pista si è progressivamente asciugata e sono riuscito, nonostante alcune difficoltà di grip, a piazzare il tempo migliore. Nel secondo tentativo ho tirato ancora di più perché temevo che Nico avrebbe potuto fare il giro perfetto. Meno male che l’uscita alla curva 1 non ha pregiudicato alcuna parte della macchina. Domani ovviamente punteremo alla vittoria”, Lewis Hamilton.

Nico Rosberg, l’eterno secondo. Con questo andazzo sperare di ribaltare la situazione nella corsa al titolo diventa sempre più difficile. Persino imbarazzante come Hamilton riesca in qualsiasi modo a ribaltare a suo favore le situazioni.

“Nel secondo tentativo sarei riuscito a fare la pole. Il sogno è svanito all’ultima curva in vista del traguardo. Meno male che sono riuscito a fermare la macchina evitando che finisse contro le barriere. Pertanto domani rimango con tutte le chances possibili per fare una buona gara, sperando in una buona partenza. Sono ottimista. Non mi sento tagliato fuori dalla corsa al titolo. Alla vigilia dell’ottava gara rinnovo le mie aspirazioni. Lewis rimane il primo avversario da battere. Ma diffido della Ferrari di Vettel che parte dal lato pulito della pista”, Nico Rosberg.