La Ferrari c’è e fa un bellissimo regalo di Pasqua ai propri tifosi. È questo il verdetto del GP del Bahrain vinto da Sebastian Vettel. Il tedesco, partito dalla terza posizione, è riuscito a sopravanzare Lewis Hamilton alla partenza, lanciandosi subito all’inseguimento del poleman Valtteri Bottas.

Il finlandese è risultato poco efficace a bordo della W08 EQ Power, non riuscendo a capitalizzare la sua prima pole position in carriera e dando modo alla Ferrari di costruire una gara “strategica”, contrastando l’ottimo passo delle Mercedes con gomme soft.

Il rallentamento strategico di Lewis Hamilton in corsia box (con safety-car in pista per il botto tra Sainz e Stroll), invece, ha permesso a Vettel di gestire la propria corsa con una relativa tranquillità, visto che all’inglese sono stati inflitti 5 secondi di penalità. A nulla è valsa la rincorsa furibonda negli ultimi dieci giri della gara da parte del tre volte campione del mondo, che si è dovuto accontentare del secondo gradino sul podio con un sorriso per la lotta con la Ferrari che inizia già a svanire.

1492362890756-5

Terza posizione per il poleman Valtteri Bottas, in netta difficoltà con le gomme più dure e mai in lotta con i primi due per la vittoria. Seguono Kimi Raikkonen, sfortunato in alcuni frangenti di gara, Daniel Ricciardo, Felipe Massa e Sergio Perez. Completano la top ten Romain Grosjean, Nico Hulkenberg ed Esteban Ocon. Fuori dai giochi Max Verstappen per un problema ai freni e Fernando Alonso, bloccato ancora una volta da una power unit sempre più inaffidabile.

Appuntamento tra due settimane in Russia per la quarta gara di quella che possiamo già affermare come un’avvincente stagione di Formula 1. I piloti, però, torneranno in pista già martedì e mercoledì prossimi, sempre al Sakhir, per un sessione di test in-season.

L’ORDINE DI ARRIVO DEL GP BAHRAIN 2017