Sull’asciutto la Ferrari è stata la monoposto più veloce a Spa nelle libere 1, nelle libere 2, nelle libere 3 e nelle prime due porzioni di qualifica. La Q3 decisiva per l’assegnazione della pole position è stata tutta un’altra storia: è arrivata la pioggia e le carte si sono rimescolate. A beneficiarne Lewis Hamilton, che come spesso accade sotto l’acqua riesce sempre a trovare la zampata vincente (nonostante qualche sbavatura) e fortunato a ritrovarsi all’ultimo time-attack con una pista migliore di come si era vista a inizio Q3.

La Ferrari si deve accontentare della seconda posizione con Sebastian Vettel a ben 7 decimi di distacco dall’inglese della Mercedes. Ma i distacchi oggi contano poco e nulla. Prova ne è Estaban Ocon incredibilmente terzo a oltre 3,5 secondi, a far sorridere una scuderia (la Force India) in profondo cambiamento dopo la recente acquisizione da parte del papà di Lance Stroll.

Quarto il suo compagno di team Sergio Perez, seguito da Romain Grosjean e Kimi Raikkonen, sfortunato nell’essere rimasto senza benzina nei minuti finali di sessione vedendosi sopravanzare così dalle due Force India e dalla Haas. Verstappen, Ricciardo, Magnussen e Bottas (senza tempo in Q3 e penultimo della griglia vista la penalità) chiudono la top ten delle qualifiche del GP del Belgio.

I commenti a caldo

Esteban Ocon Belgio 2018

Lewis Hamilton: “È stata una qualifica difficile. Non so se la Ferrari avrebbe sicuramente fatto la pole, in Q2 eravamo vicinissimi (solo 52 i millesimi di distacco tra Seb, Kim e Lewis, ndr). Loro erano velocissimi in rettilineo, poi però è arrivata la pioggia e nessuno aveva provato a guidare con la pioggia. In alcuni punti la pista era più bagnata che in altri. Io sono uscito due volte di pista e sono contento di essere riuscito a tirare fuori un buon giro. Spa è una pista incredibile, è davvero fantastico guidare qui”.

Sebastian Vettel: “Non abbiamo avuto un gran tempismo con il cambio gomme da bagnato, ma possiamo anche prenderci il secondo posto. Avevamo il passo per la pole, ma non sapremo mai se l’avremmo fatta. Pensiamo a domani e a fare una grande gara. C’è sempre confusione quando piove all’improvviso, devi gestire due macchine. Kimi è entrato prima di me, io ho trovato un po’ di traffico, non sapevo che fare. Ma ora che la qualifica è finita la pista è asciutta e c’è il sole. Forse alla fine non sono riuscito a mantenere tutta la calma necessaria. In ogni caso abbiamo un buon passo e domani tutto può accadere in gara”.

Esteban Ocon: “È un risultato fantastico dopo un periodo così difficile per noi. Ora va tutto meglio, una nuova ripartenza. Siamo davvero contenti e io sono davvero emozionato. Abbiamo cambiato le gomme subito, ho fatto un buon giro e abbiamo portato a casa il risultato. Speriamo domani di fare una bella gara”.

F1 GP Belgio – I tempi delle qualifiche

Ferrari Belgio 2018