Lewis Hamilton conquista la pole position del GP di Francia 2018. Con una power-unit fresca fresca che si dice dovrebbe avere una ventina di cavalli in più – e senza dimenticare gli pneumatici che per questa gara sono ribassati di 0,4 mm rispetto al solito – la Mercedes ha letteralmente stracciato la concorrenza ottenendo la seconda doppietta stagionale dopo Barcellona, con Lewis Hamilton che conquista invece la terza pole (la 75esima in carriera) contro le quattro di Sebastian Vettel.

Stratosferico il tempo dell’inglese. Un 1’30”029 avvicinato solo dal compagno di scuderia Valtteri Bottas, che si ferma a 118 millesimi di distacco. Terzo Sebastian Vettel a 3 decimi, mentre dal quarto in poi (Max Verstappen a oltre mezzo secondo) i distacchi iniziano a farsi imbarazzanti. Quinta l’altra Red Bull di Daniel Ricciardo, seguito da un Kimi Raikkonen (ultimo poleman in terra francese nel 2008 a Magni-Cours) che nell’ultima fase della Q3 prova per ben tre volte a mettere insieme un giro decente abortendo puntualmente ogni tentativo e chiudendo solo 6^.

Settima la Renault di Carlos Sainz, seguito da un fantastico Charles Leclerc che dopo 7 gran premi disputati in Formula 1 riesce per la prima volta a qualificarsi nella Top-10, festeggiando nel migliore dei modi il weekend in cui Alfa Romeo celebra i 108 dalla fondazione. Chiudono lo schieramento della prima parte di griglia la due Haas di Magnussen e Grosjean, quest’ultimo autore di un errore in Q2 che ha causato l’esposizione di una bandiera rossa. In vista della gara di domani che scatterà alle 16:10, da segnalare le diverse strategie in partenza: la Ferrari scatterà con ultrasoft, Mercedes e Red Bull con gomma rossa.

I commenti a caldo

Lewis Hamilton pole GP Francia 2018

Lewis Hamilton: “Non male la pole. Il meteo? È stato abbastanza buono. Le qualifiche sono sempre difficili. Il Q3 non è stato spettacolare, meglio Q1 e Q2. Bellissimo tornare in Francia, sono davvero entusiasta di essere tornato dopo tanto tempo e aver fatto la pole. Grazie al lavoro del team per il mio risultato”.

Valtteri Bottas: “Non ho fatto un brutto giro ma nemmeno perfetto. Ho faticato per fare buoni giri questo weekend. Ho fatto fatica in FP2 e poi in FP3 non abbiamo girato (colpa del nubifragio che si è abbattuto sul Paul Ricard proprio durante la sessione di prove, ndr). Speravo di poter migliorare di turno in turno, ma va bene così la seconda posizione. Il motore ci ha aiutato e speriamo che possa farlo anche domani”.

Sebastian Vettel: “È stato difficile trovare il giusto bilanciamento qui. Ho spinto al massimo nell’ultimo tentativo ma poi ho esagerato. E se esageri perdi la macchina e la traiettoria, e invece di guadagnare finisce che perdi tempo. Alla fine il terzo posto è buono, perché la macchina dovrebbe andare bene in gara. Bello correre qui con tanti fan Ferrari, spero di avere buone possibilità domani”.

La griglia di partenza