Una delle qualifiche più tirate, incerte ed emozionanti della stagione, con un continuo “botta e risposta” tra Lewis Hamilton e i padroni di casa della Ferrari. Alla fine l’ha spuntata Kimi Raikkonen, che torna in pole position un anno e mezzo dopo l’ultima conquistata a Montecarlo e riporta la Ferrari in pole nel GP d’Italia otto anni dopo Fernando Alonso. Il pilota finlandese ha segnato il super tempo di 1’19”119, segnando il giro più veloce a Monza in 69 stagioni di Formula 1, quattro decimi più rapido del record della pista messo a referto nel lontano 2003 da Juan Pablo Montoya.

A chiudere la prima fila del Gran Premio d’Italia 2018 l’altra Ferrari di Sebastian Vettel, staccato di 161 millesimi dal compagno di squadra. Una prima fila tutta Rossa a Monza non si vedeva da ben 18 anni: l’ultima volta fu con Michael Schumacher e Rubens Barrichello nel 2000. Vettel precede il suo rivale in campionato, Lewis Hamilton, di appena 14 millesimi, cui segue il compagno di scuderia Bottas a completare la seconda fila.

Enorme il gap che separa Ferrari e Mercedes dal resto dello schieramento. Max Verstappen, quinto, sta già a 1,496 secondi da Raikkonen. La Red Bull dell’olandese è l’unica ad accedere nel Q3, visto che Daniel Ricciardo è stato eliminato nel corso del Q2 per non aver fatto segnare alcun tempo (considerata la penalità che lo costringe a partire dal fondo dello schieramento). Sesto Romain Grosjean, seguito da Carlos Sainz, Esteban Ocon, Pierre Gasly e Lance Stroll, che con la decima posizione porta per la prima volta in stagione la Williams nella fase finale della qualifica.

F1 monza 2018

Boccone amaro per Kevin Magnussen, escluso al termine del Q2 dopo aver fatto segnare lo stesso tempo di Pierre Gasly ultimo dei qualificati. Ottimo 12° posto per Sergey Sirotkin, seguito a oltre otto decimi da Fernando Alonso. Lo spagnolo e il danese della Haas sono sotto investigazione per un quasi contatto alla prima variante, nel corso dell’ultimo tentativo di questa fase.

Tanta delusione in casa Alfa Romeo Sauber che, dopo il brutto incidente di Ericsson nelle Libere 2, oggi è stata costretta ad abbandonare le qualifiche dopo i primi 18 minuti. Il migliore dei due è stato Charles Leclerc 17^, Marcus Ericsson 19^. Tra gli eliminati d’eccezione anche Sergio Perez che si è dovuto accontentare del 16^ tempo. Il messicano è stato escluso con un tempo di un millesimo più lento di Grosjean (15^), mentre Leclerc è rimasto fuori per soli 2 millesimi.

I commenti a caldo

Raikkonen pole Monza 2018

Kimi Raikkonen: “Grande sensazione, un bellissimo lavoro per domani. Non potevo scegliere posto migliore per fare la pole, nel gran premio di casa davanti ai nostri tifosi. Speriamo domani vada tutto liscio per chiudere nella stessa posizione di partenza. I tifosi sono sempre dalla nostra parte, e qui è tutto rosso”.

Sebastian Vettel: “Davvero bellissimo avere questo sostegno. È un risultato fantastico per il team, ma io non posso essere contento del mio ultimo giro. Kimi è stato più veloce di me, forse grazie anche alla mia scia. Ma è sempre così a Monza, la scia forse l’ha aiutato. Il mio giro comunque non è stato perfetto, ma la cosa importante è il grande risultato di squadra”.

Lewis Hamilton: “Le Ferrari hanno fatto un lavoro fantastico. Noi abbiamo fatto tutto il possibile, siamo stati molto vicini. Abbiamo fatto un buon weekend finora, speriamo di fare bene anche domani. Tutti nel team lavorano duro per fare la differenza. Siamo molto vicini alle Ferrari, ed è grandioso vedere tutti questi fan anche se sono tifosi del Cavallino”.

F1 GP Italia – I tempi delle qualifiche