Prove Libere 2

Continua il duello Ferrari-Mercedes nel venerdì di prove libere del GP di Singapore 2018. A Marina Bay, è la Rossa di Kimi Raikkonen ha ottenere il miglior tempo (1’38”699), più veloce del record della pista (accorciata di due metri rispetto allo scorso anno). Lewis Hamilton è praticamente incollato, con un ritardo di appena 11 millesimi. Terza e quarta posizione per le Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo, che dopo essersi messi davanti a tutti nelle FP1 pagano oltre mezzo secondo a fine giornata. I due toreri si sono messi alle spalle la seconda Freccia d’Argento di Valtteri Bottas, ancora una volta molto lontano dalle prestazioni del suo compagno di squadra, mostrando però un passo gara fenomenale che potrebbe creare qualche grattacapo a Ferrari e Mercedes.

Solo nono Sebastian Vettel, che paga l’errore durante la simulazione di qualifica. Il tedesco ha “baciato” pesantemente il muretto in uscita dalla penultima curva con la posteriore destra causando una perdita di liquidi e senza poter concludere la simulazione, con la Ferrari che dovrà dunque basarsi esclusivamente sui dati raccolti da Raikkonen per studiare la strategia in vista della gara di domenica.

Positiva la giornata della Renault, che ha chiuso le FP2 con il sesto tempo di Carlos Sainz e il decimo di Nico Hulkenberg, dimostrando di avere una vettura performante nella gestione degli pneumatici. Bene anche la Haas con Romain Grosjean settimo e la McLaren con Fernando Alonso ottavo, mentre Kevin Magnussen e Stoffel Vandoorne sono ampiamente fuori dalla Top 10. Seconde libere incolore per Charles Leclerc, che dopo l’incidente in FP1 ha preferito non strafare e completare il lavoro previsto dal programma della Alfa Romeo Sauber, pagando due 2,5 decimi dal compagno di squadra Marcus Ericsson (autore di un testacoda negli ultimi minuti) e chiudendo al 14^ posto. Qui tutti i tempi.

Prove Libere 1

Come spesso accade il venerdì, nella prima sessione di prove a farla da padrona è stata la Red Bull. Daniel Ricciardo ha ottenuto il miglior tempo fermando il cronometro su 1’39”711, due decimi meglio del compagno di scuderia Max Verstappen. Con un asfalto ancora molto sporco e baciato ancora dal sole, le monoposto austriache hanno preceduto le due Ferrari di Vettel e Raikkonen, rispettivamente a 286 e 775 millesimi.

Quinto tempo per la Renault di Nico Hulkenberg, che si è messo dietro il leader della classifica iridata Lewis Hamilton, mentre Bottas è ottavo alle spalle dell’altra “teiera gialla” di Carlos Sainz. Le due Mercedes, però, hanno ottenuto il loro miglior tempo con gomme a mescola soft, non avendo tanti set di hypersoft a disposizione come Red Bull e Ferrari.Nona posizione per Charles Leclerc, che negli ultimi minuti della sessione è finito a muro in curva 12 rompendo la sospensione anteriore destra della sua Alfa Romeo Sauber. Chiude la Top 10 la Haas di Romain Grosjean. Qui i tempi delle FP1.

Arrivabene: “Ho parlato con Kimi prima di Monza”

Arrivabene Singapore 2018

Nella conferenza stampa di oggi dei team, Maurizio Arrivabene ha avuto modo di spiegare la posizione sua e della Ferrari in merito alla questione dell’addio di Kimi Raikkonen per dare spazio a Charles Leclerc. Ieri diverse indiscrezioni avevano riportato la notizia di come la dirigenza del Cavallino avesse deciso di comunicare al finlandese il licenziamento la mattina del GP di casa a Monza (con Raikkonen che sarebbe scattato dalla pole davanti a Vettel). Arrivabene, però, ha smentito questa versione dei fatti, affermando di aver parlato con Kimi il giovedì.

“Kimi era molto nervoso per la situazione di incertezza che si stava creando – ha spiegato oggi a Marina Bay il team principal della Ferrari perciò ho deciso di comunicargli la decisione della squadra giovedì a Monza, e sabato ha fatto la pole. Stiamo sempre parlando di professionisti. Ho sentito dire che non abbiamo avuto il giusto tempismo nel dare questa comunicazione, ma non credo che informarlo una settimana prima in Belgio avrebbe cambiato qualcosa. Io mi sono sempre rapportato con loro in maniera professionale e mi aspetto lo stesso da loro”. Arrivabene ha poi comunicato che Charles Leclerc ha firmato un contratto che lo legherà alla scuderia di Maranello fino al 2022.