Prove Libere 2

Lewis Hamilton, a.k.a. Rainman. L’inglese della Mercedes è stato il più veloce in un venerdì di prove sotto la pioggia. Nella seconda sessione, ha fatto solo un giro lanciato, sufficiente per stare davanti a tutti sotto l’acqua del Texas con il crono di 1’48”716. Una mazzata.

In seconda posizione un sorprendente Pierre Gasly, che con 10 giri all’attivo si è piazzato a un secondo dal campione inglese. Il pilota della Toro Rosso, però, sarà costretto a partire dal fondo dello schieramento per l’ennesima sostituzione della power-unit Honda sulla sua STR13. A 70 millesimi dal suo futuro compagno di squadra Max Verstappen, mentre in quarta posizione ecco Fernando Alonso. Ma a tre secondi da Hamilton.

Per trovare la prima delle Ferrari dobbiamo arrivare alla nona posizione di Kimi Raikkonen, a 4,7 secondi di ritardo da Hamilton. Segue Vettel, decimo a oltre 5 secondi (qui i tempi). Considerato il meteo, la scuderia di Maranello molto probabilmente ha svolto un programma diverso rispetto ai piloti che hanno concluso la sessione nelle prime posizioni, ma resta comunque una mazzata al morale.

Soprattutto considerata la penalità di 3 posizioni in griglia inflitta a Vettel per non aver rispettato, durante le FP1, le norme di sicurezza in regime di bandiera rossa, esposta per la ghiaia portata sull’asfalto dal fuoripista di Charles Leclerc. Bottas e Ricciardo non sono scesi in pista. Domani alle 20:00 italiane le FP3, con le qualifiche previste alle 23:00 (16 locali) ma che potrebbero essere spostate a domenica se le condizioni meteo dovessero rimanere brutte.

Prove Libere 1

Hamilton Austin 2018

Lewis Hamilton è stato il più veloce anche nella prima sessione di prove libere in Texas, anche in questo caso su un tracciato totalmente bagnato per tutti e 90 i minuti della sessione. Lewis ha completato soltanto 6 giri, dimostrando però di essere perfettamente a suo agio e fermando il crono in 1’47”502, 1,3 secondi meglio di Valtteri Bottas e Max Verstappen. In quarta posizione Daniel Ricciardo, staccato di mezzo secondo dal compagno di squadra, mentre a 1,9 dal campione inglese troviamo Sebastian Vettel, a sua volta di mezzo secondo meglio di Kimi Raikkonen.

Hanno chiuso la top ten Sainz, Grosjean e le due Alfa Romeo Sauber di Leclerc ed Ericsson (qui tutti i tempi delle FP1). La prima parte della sessione è stata affrontata con le gomme full wet, ma dopo qualche giro le intermedie sono state le più utilizzate. Le Ferrari hanno girato molto, ma sono sembrate in difficoltà soprattutto in fase di trazione.