Chris Horner torna ad attaccare la Mercedes. Il team principal della Red Bull non ha mai nascosto di considerare nociva per la Formula 1 la supremazia tecnica e sportiva che ha avuto la Casa automobilistica tedesca negli ultimi tre anni, tanto che dopo il GP d’Australia 2015 aveva auspicato l’introduzione di un balance of performance per arginarla.

Nel corso di un’intervista al Guardian, Horner ha in parte rinnegato il desiderio di vedere introdotto in F1 un sistema che permetta di svantaggiare un team troppo forte, ma si è detto comunque favorevole a trovare una soluzione atta a evitare di avere una squadra troppo superiore rispetto alla concorrenza. E secondo l’ex campione di F3000, anche Liberty Media, la nuova società proprietaria del pacchetto di maggioranza della Formula 1, la pensa allo stesso modo.

“È sgradevole pensare che possano esserci altri tre anni di dominio Mercedes – ha detto Horner –. I nuovi padroni della F1 sanno come si mette in piedi uno show appetibile, dove regni una competizione vera e genuina. L’equilibrio fra le squadre non può essere raggiunto con una soluzione artificiosa, ma sarei sorpreso di vederli accettare altri tre anni di supremazia di un team sugli avversari”.

“Sarebbe nocivo per il nostro sport – ha concluso Horner – avere ancora un’egemonia della Mercedes. Purtroppo non so come si possa evitare una situazione simile. Sarebbe sbagliato frenare qualcuno per regolamento. Quello che possiamo fare è lavorare sodo e mettere la Mercedes sotto pressione”.