Il circuito di Interlagos è in vendita. Lo ha reso noto l’amministrazione del comune di San Paolo, al fine di trovare un serio acquirente che renda possibile un rinnovo della struttura e garantisca un futuro solido all’unica pista sudamericana in grado di ospitare un Gran Premio di Formula 1.

Il sindaco paulista João Doria ha detto che il circuito, di proprietà della città, è stato valutato intorno ai 7 miliardi di real brasiliani (circa 2,1 miliardi di euro). Una cifra non certo indifferente, che aiuterebbe l’amministrazione a ripianare le finanze della città, vittima del peggiore periodo di recessione per il Brasile da più di un secolo a questa parte.

“La privatizzazione della pista sarebbe una solida garanzia per la continuità della Formula 1 nel nostro Paese – ha detto Doria –. Capisco che si tratta di uno sport importante, ma non possiamo continuare a investire soldi pubblici davanti ai tanti problemi che la nostra città, e non solo, si trova ad affrontare in questo difficile periodo storico. Privatizzare il circuito e investire soldi privati sarebbe un modo molto intelligente di gestire la cosa”.

La privatizzazione del circuito, infatti, permetterebbe di mettere in atto un piano di restyling dell’intera struttura, che prevede la costruzione di un albergo, di appartamenti di lusso e di un museo dedicato al tre volte campione del mondo Ayrton Senna.

Le prime indiscrezioni parlano già di un serio interessamento di Bernie Ecclestone, l’ormai ex-boss della F1 che ha da poco lasciato il testimone a Chase Carey e a Liberty Media. A confermare ciò è stato lo stesso Doria: “Bernie ha dimostrato di essere veramente intenzionato all’acquisto dell’impianto e parteciperà all’asta di vendita che si terrà a breve. Questo non può che farci piacere: il nostro interesse primario non è solo quello di vendere, ma quello di vendere bene, assicurando un futuro prospero a Interlagos”.

Non è da escludere, però, che anche Liberty Media possa investire nell’acquisto di alcuni circuiti che ospitano il Mondiale di Formula 1, tra cui proprio quello di Interlagos. Recentemente, anche Bobby Epstein, promoter del Gran Premio degli Stati Uniti, ha rilasciato un’intervista in cui consigliava a Ross Brawn e Chase Carey di tenere in considerazione il circuito brasiliano.