Uno degli ultimi team a mostrare la propria monoposto è la Haas, che poco fa sui propri profili social ha mostrato al mondo la nuova VF17, monoposto con la quale la scuderia americana affronterà la sua seconda stagione in Formula 1 dopo un ottimo esordio nel 2016.

Anche quest’anno il team di Gene Haas avrà la power unit fornitagli dalla Ferrari e la collaborazione con Dallara per il telaio della vettura. Come l’anno scorso Romain Grosjean sarà al volante della Haas, affiancato dal pilota danese Kevin Magnussen proveniente dalla Renault per sostituire Gutierrez a cui non è stato rinnovato il contratto.

Guardando la nuova VF17 salta subito all’occhio il nuovo colore della livrea che si rifà ai colori classici del team Haas, ovvero un grigio scuro a sostituire il bianco nella parte superiore della monoposto che va in contrasto con la parte inferiore di colore nero, cosa che già c’era nella scorsa stagione. Il muso è nero con un contorno rosso ed è molto simile a quello presente lo scorso anno.

Da notare la pinna adottata dalla Haas sul cofano motore, molto diversa rispetto a quelle viste sulle altre monoposto con una parte finale dalle linee molto più curvilinee a favore dell’aerodinamica.

Le prime impressioni sulla Haas VF17 sono state di Gunther Steiner, molto fiducioso a riguardo: “È molto diversa dalla macchina dello scorso anno, si cerca sempre di fare una vettura più veloce, che è normalmente una macchina più leggera. Ora siamo in grado di mettere su più zavorra e ottenere una migliore distribuzione dei pesi”.

“L’aerodinamica è completamente nuova, così come le gomme, quindi abbiamo bisogno di più carico aerodinamico – ha concluso Steiner -. Esteticamente la vettura ha un aspetto più aggressivo, è più leggera e più efficiente a livello aerodinamico. Tutto ciò che abbiamo imparato dalla nostra prima macchina è stato applicato nella creazione di quella nuova”.