Nei primi tre gran premi della stagione la scuderia di Woking non è riuscita a portare a casa neanche un punto, a causa dei cronici problemi di affidabilità della power-unit Honda culminati con Vandoorne che non è nemmeno partito nel GP del Bahrain.

Dopo un inizio di stagione a dir poco deficitario, quindi, e con la minaccia di rescissione del contratto, i giapponesi della Honda sono convinti di aver finalmente trovato la soluzione ai problemi tecnici avuti nelle prime gare e i buoni riscontri avuti nel secondo giorno di test a Sakhir hanno portato a lavorare a tappe forzate per fornire alla McLaren degli aggiornamenti sul motore già nel prossimo appuntamento in Russia, a Sochi.

Stando alle notizie raccolte, sia Alonso sia Vandoorne correranno il GP Russia 2017 con un MGU-H aggiornato. Vandoorne a questo punto utilizzerà il quarto MGU-H in campionato, il ché significa che è già a rischio penalità in griglia dopo sole quattro gare. Per Alonso, invece, si tratterà del terzo MGU-H in stagione.