Eni ed Fca hanno siglato a Roma una dichiarazione d’intenti per lo sviluppo congiunto di progetti di ricerca e applicazioni tecnologiche per la riduzione delle emissioni di CO2 nei trasporti su strada. La cerimonia della firma tra Claudio Desclazi, amministratore delegato di Eni, e Sergio Marchionne, a.d. di Fca, è avvenuta alla presenza del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. “Con Fca – ha commentato Descalzi portiamo avanti progetti innovativi, in grado di offrire importanti contributi in termini di riduzione delle emissioni in tempi brevi, e con obiettivi futuri ambiziosi ma decisamente realistici”.

Le due società si impegnano a sviluppare tecnologie e materiali per l’assorbimento del gas naturale nel campo dell’automotive e a sfruttare maggiormente il metanolo come carburante. A questo scopo, Eni ha sviluppato una nuova benzina con il 20% di carburanti alternativi (15% metanolo, 5% bioetanolo) in grado di assicurare oltre il 4% di riduzione delle emissioni di CO2, ora in sperimentazione su cinque Fiat 500 della flotta Enjoy, il car sharing di Eni nato proprio dalla partnership con Fca.

A tutto ciò, si aggiungono la realizzazione – in collaborazione con il Massachussets Institute of Technology – di tecnologie e dispositivi per la cattura e lo stoccaggio temporaneo a bordo dei veicoli di parte della CO2 prodotta dai motori a combustione interna, e l’interesse a valutare nuove formulazioni di carburanti da applicarsi alle attuali motorizzazioni, senza modifiche sostanziali a livello meccanico. L’interesse riguarda, tra l’altro, diesel con maggiore contenuto di olio vegetale idrotrattato (HVO) e benzine addizionate con contenuti provenienti da fonti rinnovabili e rifiuti.

“Oggi la nostra collaborazione con Eni compie un significativo passo avanti – ha commentato Sergio Marchionne –. Mi fa molto piacere poter contare sul sostegno del Governo in una fase che vede le due più importanti aziende in Italia unire le proprie competenze per ridurre le emissioni in maniera incisiva e permanente. Si tratta di un obiettivo comune, che parla di responsabilità e impegno; parla del mondo che vogliamo lasciare alle generazioni future”.