Nel 1955 costava 590.000 lire. Adesso, sia per l’aumento delle richieste del mercato classic sia per la crescita del valore del marchio Fiat, sta per stabilire un nuovo record. Si parla di una 600 del 1955 che è apparsa nelle offerte di vendita dello specialista olandese Houtkamp Collection al prezzo di 89.000 euro.

Di questa Fiat 600 al momento non si sa molto, poiché il proprietario Rutger Houtkamp ha pubblicato su Classic Driver solo la notizia che si tratta della 600 Derivazione Abarth 750 che ha partecipato nel 1957 alla prima serie della Mille Miglia, guidata dal pilota Remo Pola.

Facendo una rapida ricerca, confrontando la sola immagine di questa 600 modificata da Carlo Abarth per partecipare alla Mille Miglia di 60 anni fa con quella delle auto che hanno corso la Freccia Rossa negli ultimi tempi, si pensa che sia l’auto partita con il numero 310 nell’edizione del 2009.

Il valore storico di questo raro esemplare, però, potrebbe essere ancora più alto se fosse confermata l’originale proprietà di Remo Pola, concessionario Fiat della zona di Bologna, appassionato di competizioni e amico del pilota Guido Scagliarini, socio di Carlo Abarth. Fu proprio durante la crescita dell’Abarth & Co che il tecnico austriaco scoprì che una delle aziende di Pola stava facendo degli affari con tipi di accessori che miglioravano il rendimento di un’auto e Abarth prese spunto da questa attività per lanciare la propria linea di marmitte.

La Fiat 600 Derivazione Abarth 750, in vendita in Olanda, potrebbe essere una delle prime realizzazioni di Carlo Abarth, che proprio nel 1956 aveva lanciato le cassette di elaborazione per la 600, che consentivano grazie a diversi pezzi da sostituire di trasformare la piccola vettura in una vera auto da competizione.