Già ordinabile da qualche giorno, la Panda Waze ha festeggiato il suo debutto ufficiale ieri, 24 giugno, durante la seconda edizione di “Panda a Pandino”, il raduno internazionale con partecipanti provenienti da tutta Europa dedicato alla mitica Panda. Un’idea nata quasi per gioco l’anno scorso, quando una ragazza pugliese ha creato un evento su Facebook per andare con gli amici a bordo del loro Pandino proprio nella località lombarda di nome Pandino. Il passaparola ha fatto il resto, tanto che quest’anno è stato subito record con 365 partecipanti, diventando il più grande raduno al mondo di Fiat Panda di ieri e di oggi.

Ospite d’onore la nuova Panda Waze, la prima city car a fregiarsi del nome Waze integrando l’omonima app di navigazione nell’app Panda Uconnect: sarà sufficiente inserire il proprio smartphone nell’apposito supporto installato sulla plancia e iniziare il viaggio sempre connessi a Waze, l’app di navigazione con una grande community che collabora ogni giorno segnalando in tempo reale le condizioni della viabilità permettendo così all’app stessa di trovare i percorsi ottimali in tempo reale.

Il sistema di navigazione Waze è integrato nell’app Panda Uconnect – piattaforme Android e iOS – che permette di utilizzare il proprio telefono come estensione della vettura, interagendo direttamente con il display del dispositivo per accedere a tutte le funzioni: dal cambio delle stazioni radio alla scelta delle playlist, dalla regolazione del volume alla gestione delle chiamate e dei messaggi. L’app Panda Uconnect dialoga con il sistema infotainment di bordo che include la tecnologia Bluetooth 2.1, lo streaming audio, il sistema di riconoscimento vocale, e gestisce la lettura dati da Usb e mp3.

L’integrazione proposta da Panda Waze consente di utilizzare le app contemporaneamente. Quando Panda Uconnect è in primo piano sullo smartphone, la navigazione di Waze è visibile in un riquadro sullo schermo; ovviamente è anche possibile l’inverso, ovvero visualizzare in primo piano l’app Waze mentre Panda Uconnect appare come icona sullo schermo. Inoltre, in caso si entri in riserva o venga rilevata una bassa pressione degli pneumatici, sul display dello smartphone apparirà una notifica.

Esteticamente, la Panda Waze si riconosce per il logo “Waze” sui parafanghi anteriori e i dettagli di colore nero come le modanature laterali, le calotte degli specchietti, le barre longitudinali sul tetto e le maniglie delle portiere. Completano il look degli esterni i cerchi da 15″ con la nuova finitura brunita. Ricca la dotazione di serie, che include radio Bluetooth e supporto in plancia per lo smartphone, climatizzatore, 4 airbag, ESC con Hill Holder, sensore pressione pneumatici e volante regolabile in altezza. Una sola la motorizzazione disponibile: 1.2 benzina da 69 cv.