Dopo KA+ e Fiesta introdotte nei mesi scorsi, Ford completa la propria gamma crossover con la nuova Focus Active, disponibile sia in versione cinque porte sia wagon. Come le altre versioni Active (vedi la Fiesta, qui il nostro long test), anche la Focus Active presenta un look esterno più grintoso, guida rialzata e configurazione del telaio ottimizzata. L’esperienza di guida è ulteriormente migliorata grazie al Select Mode, che prevede la possibilità di scegliere tra due nuove modalità: Active (scivolosa) e Trail (sconnessa).

La nuova Ford Focus Active è equipaggiata di serie con l’innovativa configurazione delle sospensioni posteriori SLA (bracci oscillanti di lunghezza variabile) e presenta una guida rialzata di 30 e 34 mm, rispettivamente per la parte anteriore e posteriore, rispetto alla Focus. Per migliorare la guida sui tracciati più accidentati, i cerchi in lega da 17 pollici sono dotati di pneumatici 215/55 R17 con spalla più alta.

La vasta gamma di tecnologie di assistenza alla guida è la stessa introdotta con la nuova Focus all’inizio di quest’anno e include, ad esempio, adaptive cruise control con Stop&Go, speed sign recognition e lane-centring, oltre al parcheggio completamente automatizzato (in parallelo e in perpendicolare) ed evasive steering assist per ridurre il rischio di eventuali collisioni con veicoli che procedono a rilento o inaspettatamente fermi.

Il sistema Sync 3, supportato dallo schermo touchscreen a colori da 8” con funzione pinch&swipe, è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, e anche a bordo della nuova Focus Active è disponibile il modem integrato FordPass Connect, che trasforma il veicolo in un dispositivo wi-fi hotspot con connettività fino a 10 dispositivi. Inoltre, il nuovo pad di ricarica wireless, che rileva automaticamente i dispositivi compatibili, aiuta a rimanere connessi durante il viaggio e consente di ricaricare facilmente i propri smartphone.

Già ordinabile, la nuova Ford Focus Active è disponibile con motori benzina EcoBoost e diesel EcoBlue con Start&Stop di serie che rispettano i più recenti standard Euro 6.2 (WLTP), abbinati al cambio manuale a sei marce o a quello automatico a otto rapporti. I motori sono l’EcoBoost 1.0 da 125 cv, l’EcoBlue 1.5 da 120 cv e l’EcoBlue 2.0 da 150 cv.