Quarantacinque anni di successi, sfide e miglioramento. È la storia di Honda Italia, iniziata nel 1971 con il primo stabilimento produttivo della Val di Sangro, in Abruzzo, oggi riconosciuta eccellenza del Made in Italy e unico impianto Honda in Europa per le due ruote, che per l’anno in corso vanta un piano produttivo di oltre 80.000 moto: dal Vision 50 al Forza125, ai modelli SH125 e SH150 all’SH300 fino al CB1000R.

“Il mio ringraziamento è per tutti coloro con i quali condividiamo lo stesso percorso: dipendenti, fornitori, rete vendite, Istituzioni, scuole e università. Senza tutte queste componenti, Honda Italia non sarebbe la realtà che è oggi”, Minoru Nakamura, presidente Honda Italia.

Lo scorso 13 settembre la ricorrenza esatta dei 45 anni, con il presidente Nakamura a ringraziare tutti gli associati, il 9 ottobre la giornata celebrativa assieme ai dipendenti e ai loro familiari e a tutti gli ospiti. Testimonial della giornata Nicky Hayden, Campione del Mondo della MotoGP nel 2006, da quest’anno pilota della Honda CBR1000RR SP inSuperbike.

Honda Italia compie 45 anni

A calamitare l’attenzione durante la giornata tre adrenaliniche esibizioni dei DaBOOT, il team di Motocross Freestyle composto dal pilota russo Alexey Kolesnikov e dagli italiani Dario Azzolini e Luca Zironi. Nell’ampia area espositiva si sono potuti ammirare i modelli che hanno fatto la storia produttiva dello stabilimento, dal primo CB125 alla NSR125, dalla NS125R (il primo modello esportato in Giappone) al Pantheon, fino alla Hornet e a quelli attualmente in produzione.

“I 45 anni rappresentano un traguardo importante e prestigioso. Oggi stiamo completando la trasformazione dell’azienda per innalzare il livello della competitività e stiamo revisionando tutti i progetti strategici”, Marcello Vinciguerra, direttore stabilimento Honda Italia.