Cambiamento climatico, aumento del traffico, incidenti stradali. Oggi il mondo sta affrontando sfide decisive per il futuro e i brand a quattro ruote si muovono di conseguenza. Carlos Ghosn, Chairman e CEO di Nissan, oltre a svelare le innovazioni Renault, al CES 2017 di Las Vegas ha annunciato i progressi effettuati da Nissan nell’ambito della “Mobilità Intelligente”, un progetto nato per trasformare stile di guida, modalità di alimentazione e integrazione delle auto nella società del futuro. Ecco i 5 punti chiave della strategia.

  1. “Seamless Autonomous Mobility” (Sam). Sviluppata a partire da una tecnologia della Nasa, la piattaforma Sam affianca all’intelligenza artificiale di bordo la logica umana, per consentire ai veicoli a guida autonoma di prendere decisioni in caso di imprevisti e incrementare le conoscenze del sistema.
  1. Per prima in campo automobilistico, Nissan ha avviato una partnership con 100 Resilient Cities (100RC), un programma globale non-profit promosso dalla Rockefeller Foundation per aiutare le città ad affrontare i necessari cambiamenti strutturali, sociali ed economici che la mobilità del futuro comporta. In Italia sono in prima linea nello sviluppo di questo programma Roma e Milano. Il programma getterà le basi per la diffusione della auto guida autonoma, dei veicoli elettrici e dei nuovi servizi di mobilità.nissan
  1. Continuando la collaborazione con Microsoft, arriveranno nuove tecnologie per le auto connesse. Al CES 2017 è stata fatta una dimostrazione di “Cortana”, l’assistente virtuale di Microsoft.
  1. Sotto la guida dell’Alleanza Renault-Nissan, Nissan e DeNa, provider di servizi internet giapponese, avvieranno alcuni test orientati allo sviluppo dei veicoli senza conducente per uso commerciale. La prima fase dei test comincerà quest’anno, in determinate aree del Giappone, ed entro il 2020 si prevede di estendere i test anche nell’area metropolitana di Tokyo.
  1. Presto arriverà una nuova Leaf, dotata di tecnologia ProPilot che permette di procedere in autostrada rimanendo all’interno della singola corsia. Il primo passo concreto verso la guida autonoma.