Svelati lo scorso novembre a Eicma 2016, i Model Year 2017 di Kawasaki Z900 e Z650 si presentano esteticamente con il tipico design Sugomi, evidenziando la posa acquattata, testa in posizione ribassata e codino rivolto verso l’alto, creando maneggevolezza e agilità, più un notevole comfort. Ecco nel dettaglio le novità dei due nuovi modelli della Casa giapponese.

KAWASAKI Z900

Spinta da un motore ispirato alla Z1000, trova il compromesso ideale tra un’accelerazione potente e un’erogazione più che fluida. Propulsore quattro tempi, quattro cilindri in linea raffreddato a liquido, DOHC, 16 valvole con cilindrata 948 cc, raggiunge la potenza massima di 125 cv a 9.500 g/min, con coppia di 98,6 Nm a 7.700 g/min.

Dopo la Z1000 del triennio 2014-2016, la Z900 è la seconda creatura di Kawasaki ad avvantaggiarsi della “ricerca sonora”, voluta per creare la sua tipica nota in aspirazione, che a differenza della moto precedente risulta più chiara e morbida.

Merita una parentesi la parte riguardante la frizione servoassistita anti-slittamento, sviluppata in collaborazione col reparto corse. Sfrutta due tipi di camme per offrire due funzionalità che solitamente non troviamo su una frizione standard. Quando il motore gira su regimi normali, la camma servoassistita funge da dispositivo servoassistito, avvicinando il mozzo della frizione al piatto spingidisco, permettendo di premere sui dischi della frizione, così da ridurre il carico totale delle molle, alleggerendo dunque la leva di azionamento della frizione stessa.

A giri motore più elevati, come nei casi di scalate rapide o accidentali, la camma antislittamento si attiva allontanando il mozzo e il piatto spingidisco, così da ridurre la coppia in scalata e prevenire derapate e saltellamenti provenienti dal pneumatico posteriore.

13,5 kg di telaio a traliccio, acciaio ad alta resistenza su un totale di 210 kg rendono la Z900 molto leggera e maneggevole, in linea con le normative Euro 4. L’inclinazione del cannotto di sterzo può raggiungere i 25°, mentre l’angolazione può arrivare a 33° su ambo i lati. Il prezzo è di 8.990 euro.

KAWASAKI Z650

Motore bicilindrico parallelo da 649 cc, quattro tempi e raffreddato a liquido a iniezione di carburanti, DOHC e 8 valvole, la Z650 raggiunge la potenza massima di 68 cv a 8.000 giri/min, con coppia di 65,7 Nm a 6.500 g/min. Garantisce performance fluide e reattive, specialmente a regimi medio-bassi. La coppia elevata a tali regimi mette a proprio agio il conducente per quanto riguarda la guida sportiva, garantendo anche ai meno esperti maggiore sicurezza grazie a caratteristiche di potenza intuitive.

La trasmissione è a sei rapporti e la disposizione della leva del cambio con ancoraggio è pensata per offrire una sensazione diretta.

Anche la Z650, così come la Z900, ha a disposizione la frizione servoassistita anti-slittamento progettata insieme al reparto corse Kawasaki. Telaio a traliccio, acciaio ad alta resistenza, con il peso di 15 kg per offrire al conducente leggerezza e agilità nella guida, la Z650 pesa nel complesso 187 kg. Con un angolo di inclinazione del cannotto di sterzo di 24°, permette un’angolazione fino ai 35°. Il prezzo della Z650 è di 6.790 euro.

SHARE
Giuseppe Marino
Laureato in giornalismo a Messina, è pazzo d'amore per la Formula 1 e la MotoGP. Buttato giù dal letto a 4 anni per seguire le gare in Australia e Giappone, deve tutto a Michael Schumacher e Valentino Rossi, idoli dell'infanzia. Informare gli appassionati è un piacere che cresce ogni giorno di più.