La Land Rover Range Rover festeggia 45 anni

Nel corso della sua “carriera” ha conquistato una serie di primati automobilistici mondiali, come il lancio di numerose tecnologie divenute standard del settore o il Modello Classic citato come “esemplare lavoro di design industriale” e primo veicolo esposto al Louvre.

rr_generations_45_03_(111199)

Quanti anni dareste alla Range Rover? Ve lo diciamo noi: 45. L’iconico modello Land Rover festeggia infatti quest’anno il suo 45° compleanno, un importante traguardo che è solo il più recente di una serie di avvenimenti che nel 2015 hanno visto protagonista il Suv premium: al Salone Internazionale dell’Auto di New York del marzo scorso è stata presentata la nuova ammiraglia Range Rover, l’esclusiva SVAutobiography, e ad aprile ha lasciato gli impianti di Solihull il seimilionesimo prodotto Land Rover, una Range Rover Vogue SE.

Nel corso della sua “carriera” la Range Rover ha conquistato una serie di primati automobilistici mondiali, come il lancio di numerose tecnologie molte delle quali sono oggi divenute standard del settore o il Modello Classic citato come “esemplare lavoro di design industriale” e primo veicolo esposto al Louvre.

“Range Rover è stato il primo Suv di lusso al mondo nel 1970 e, 45 anni dopo, è ancora avanti a tutti. Il modello di oggi è la più sofisticata e ambita Land Rover di sempre, che al comfort senza pari abbina la tecnologia più progredita per un’esperienza da Suv di lusso per definizione”, Nick Rogers, engineering director di Jaguar Land Rover.

LE GENERAZIONI RANGE ROVER
La storia Range Rover inizia negli Anni ’60, quando Land Rover decise di cambiare radicalmente il segmento in crescita delle 4×4 per il tempo libero. Il prototipo fu messo in produzione nel 1966 e presentato in Cornovaglia nel 1970.

Prima generazione – Classic (1970 – 1994)
Il modello di prima generazione, noto come Classic e originariamente disponibile solo in versione due porte, fu commercializzato nel 1970 con motore V8 in alluminio, trazione integrale permanente e freni a disco sulle quattro ruote. Nei seguenti 25 anni vennero introdotte molte varianti e migliorie, come la versione a quattro porte nel 1981 e una trasmissione automatica nel 1982.

Le prime versioni diesel arrivarono nel 1986 e nel 1989 la Range Rover fu la prima 4×4 a montare un ABS. Nel 1992 fu la volta di un altro primato: l’introduzione del controllo elettronico della trazione e delle sospensioni pneumatiche a controllo elettronico.

La fama di imbattibilità in off-road di Range Rover fu consolidata dal superamento di una serie di difficili prove di resistenza. Nel 1972 portò infatti a termine la spedizione Trans-America, organizzata dall’esercito inglese, completando un percorso di 29.000 km che includeva il rischioso passaggio del Darién Gap in Sud America. A questa fece seguito nel 1974 l’epico attraversamento del deserto del Sahara: 12.000 km percorsi in 100 giorni.

Questa fama fu ulteriormente accresciuta dalle vittorie, in categoria 4×4, conseguite nella Maratona 1977 Londra-Sydney di 30.000 km e nella Parigi-Dakar inaugurale del 1979. Successivamente, nel 1985, la Range Rover diesel “Bullet” infranse ben 27 record di velocità.

Seconda Generazione – P38a (1994 – 2001)
La seconda generazione venne chiamata P38a come lo stabilimento di Solihull dove venne progettata. Presentata nel 1994, si distinse subito per migliori prestazioni e per un maggior lusso degli interni. Il caratteristico design la rendeva istantaneamente riconoscibile, un design che si è evoluto nella versione odierna con l’iconico profilo, il tetto sospeso, il cofano a conchiglia, la pratica suddivisione del portellone e l’ininterrotta linea di cintura.

Fra gli elementi più salienti della sua tecnologia troviamo le sospensioni regolabili in altezza e un nuova gamma di motorizzazioni, con un 2.5 litri diesel e versioni 3.9 e 4.6 litri del V8 benzina.

Nel 1999 Land Rover creò la Linley Special Edition, la più lussuosa Range Rover fino ad allora mai prodotta. Il modello, ispirato dal designer Lord Linley, venne prodotto in soli 10 esemplari da 100.000 sterline. I veicoli erano completamente neri, così come i rivestimenti interni in pelle, i tappetini in pile e le finiture Piano Black e fu una delle prime automobili dotate di navigatore GPS e televisione.

Terza generazione – L322 (2001 – 2012)
La terza generazione Range Rover segnò l’arrivo di ulteriori importanti migliorie rispetto al precedente modello. La L322 era più spaziosa della P38a, con un interno che richiamava lo stile dei grandi yacht di lusso e una seduta ispirata alla prima classe degli aerei.

Fra le nuove tecnologie, nel 2010 fu introdotto un pannello strumenti virtuale. Questo modello fu il primo ad offrire uno schermo di infotainment a tecnologia Dual View, che consentiva al guidatore, contemporaneamente, di seguire le indicazioni del navigatore mentre il passeggero al suo fianco guardava i programmi TV.

Con il progresso tecnologico, anche la gamma motori della Range Rover di terza generazione venne ampliata: nel 2005 venne presentato il 4.2 V8 Supercharged a benzina, nel 2006 il TDV8 diesel, seguito, tre anni più tardi, dai nuovi 5.0 litri V8 a benzina.

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.