La Pinarello Bolide HR dell’Uci Hour Record coprogettata da Jaguar

Sir Bradley Wiggins ha infranto a Londra l’UCI Hour Record in sella ad una speciale Pinarello sulla quale gli ingegneri Jaguar hanno utilizzato le stesse conoscenze aerodinamiche e metodologie progettuali utilizzate per sviluppare la XE.

Jag_Pinarello_UCI_Hour_Record_Image_070615_01_LowRes

Domenica 7 giugno, al Lee Valley VeloPark di Londra, l’icona dello sport britannico Sir Bradley Wiggins ha infranto l’Uci Hour Record in sella ad una speciale Pinarello Bolide HR. Cosa c’entra questo con il mondo automotive? Che la speciale bicicletta è stata co-progettata da Jaguar e dal costruttore italiano Pinarello.

Wiggins ha stabilito il nuovo record mondiale con 54,526 km di percorrenza.

Gli ingegneri Jaguar hanno utilizzato le stesse conoscenze aerodinamiche e metodologie progettuali CFD (Computational Fluid Dynamics) utilizzate per sviluppare la XE, la Jaguar più aerodinamica mai prodotta, per arrivare a un generale aumento delle prestazioni del 7,5%.

Le principali innovazioni apportate alla bicicletta per superare l’Uci Hour Record hanno riguardato un nuovo manubrio monoblocco, con un’innovativa zona del bracciolo ideata per ridurre la pressione e la resistenza dell’aria.

Jaguar e Pinarello hanno ridimensionato il disegno della forcella, rendendola più vicina alle ruote lenticolari anteriori migliorando così il flusso dell’aria nella zona inferiore e hanno risagomato i mozzi delle ruote e delle corone per ottimizzare la capacità aerodinamica della bicicletta.

“L’Uci Hour Record è umanamente la sfida ciclistica più difficile, dove conta ogni frazione di secondo. Lavoro con gli ingegneri Jaguar sin dal 2010 e la loro esperienza unita alle loro conoscenze aerodinamiche hanno contribuito alla creazione della bicicletta da pista più aerodinamica che abbia mai portato”, Sir Bradley Wiggins.