Ericsson, SK Telecom e Bmw Corea hanno stabilito, su una pista a Yeonjong-do in Corea del Sud, un record mondiale di velocità 5G: una trasmissione di dati da punto a punto da una macchina che viaggiava a circa 170 km/h. Le auto hanno girato con i prototipi delle antenne montati sui portapacchi, per testare la capacità del sistema di fornire una connessione stabile e veloce, e dimostrare concretamente il concetto di connettività in movimento senza interruzioni.

La rete di prova dei test era costituita da quattro punti di trasmissione radio operanti nella banda 28GHz. Grazie a questa tecnologia, i test hanno permesso di raggiungere velocità di trasferimento dati pari a 3,6 Gbps in downlink mentre l’auto viaggiava a 170 km/h. I test hanno anche dimostrato una capacità di trasmissione (throughput) sostenuta lungo tutto il circuito, che si è mantenuta superiore ai 1,5 Gbps anche durante i passaggi dei dati da un punto di trasmissione all’altro.

La tecnologia dietro questi risultati è composta da un sistema avanzato di beam forming e beam tracking, che rende le nuove stazioni base (quelle che lanciano il segnale mobile) in grado di “inseguire” il dispositivo connesso, dirigendo un raggio (in inglese “beam”) che permette un’elevata capacità di trasmissione.

skt-bmw-ericsson-5g-800-3

I risultati in termini di velocità di connessione (3,6 Gbps a 170 km/h) fanno già intravedere il futuro delle auto connesse.

Il 5G, infatti, sarà rivoluzionario per il mondo automotive, perché permetterà di collegare migliaia di oggetti contemporaneamente, abilitando la connessione tra i veicoli e tra il veicolo e le infrastrutture, permettendo alle auto di identificare eventuali pericoli, avere informazioni sul traffico e mappe costantemente aggiornate.

Secondo lo studio “Opportunities in 5G” di Ericsson sulle necessità di otto diverse industry, l’81% dei manager del mondo automotive vede l’incremento delle performance di connessione come una reale opportunità di business, mentre il 75% lo vede anche come un ulteriore strumento per la sicurezza.

Il 5G è quindi un elemento chiave per l’auto del futuro a guida autonoma, sempre più in grado di diventare un vero ufficio mobile. In questo senso, Ericsson e Volvo hanno già presentato al CES 2017 di Las Vegas la prima auto connessa (una Volvo S90) che integra Skype for Business.