Il nostro primo contatto con la Mercedes GLC Coupé è stata l’occasione per provare due grandi novità del mercato pneumatici firmate Michelin: il CrossClimate e l’Alpin5. Costantemente impegnata nello sviluppo dei propri prodotti, per i quali investe ogni anno 700 milioni di euro in ricerca, sulla base dello studio delle condizioni atmosferiche europee e delle abitudini di guida degli automobilisti Michelin ha strutturato la propria offerta invernale in due categorie distinte: CrossClimate, la soluzione rivoluzionaria per la maggior parte degli automobilisti che tendono a usare pneumatici estivi durante tutto l’anno (in Italia sono circa il 61%), e la gamma Alpin, per chi viaggia spesso in condizioni invernali severe.

LA RIVOLUZIONE CROSSCLIMATE

Sviluppato per auto compatte, berline e Suv (in totale l’85% del parco circolante), il Michelin CrossClimate è una svolta epocale nel mondo dell’auto. Per la prima volta, infatti, un solo pneumatico concentra caratteristiche estive e invernali, diventando il primo estivo con certificazione invernale. Non è un classico “all season”, che nasce invernale per adattarsi ai mesi estivi, ma tutto il contrario.

È un estivo con caratteristiche simili agli invernali, perlomeno per quanto riguarda spunto alla partenza e frenata.

CrossClimate ha quindi la certificazione invernale 3PMSF (il simbolo della montagna a tre cime col fiocco di neve) e ha la classificazione massima normalmente destinata a un pneumatico estivo per quanto riguarda la frenata sul bagnato. Com’è riuscita Michelin a ottenere questi risultati? Il merito è dell’innovativo mix di tecnologie all’avanguardia: le mescole di gomma, la scultura del battistrada a V con angolazione evolutiva che permette di ottimizzare l’aderenza sulla neve e le nuove lamelle 3D autobloccanti.

Per le sue qualità uniche, nel 2015 Michelin CrossClimate ha ricevuto il premio per l’innovazione tecnologica da Assogomma e quest’anno il premio “Miglior pneumatico per la flotta” nell’ambito dei MissionFleetAwards istituiti da Newsteca.

crossclimate

ALPIN5: ARTIGLIO SULLA NEVE

Destinato a utilitarie, monovolume, berline compatte e familiari (in 76 misure, da 15 a 20 pollici), Alpin5 è lo stato dell’arte Michelin del pneumatico invernale. Tutto si deve a due tecnologie avanzate che riguardano scultura e mescola. Alpin5 ha infatti una scultura direzionale intagliata, specifici tasselli di gomma e un elevato tasso di intaglio che formano una impronta sulla neve. A ciò si aggiungono le lamelle, che agiscono come migliaia di piccoli artigli che si aggrappano al suolo contribuendo alla motricità sulla neve.

Per una buona aderenza su suolo bagnato/freddo, la mescola contiene un’elevata percentuale di silice, oltre alla tecnologia Helio Compound di quarta generazione con olio di semi di girasole, che aiuta ancor più il funzionamento del pneumatico alle basse temperature.

alpin5_5

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.