Con una produzione talmente ampia e diversificata, i richiami delle auto per problemi di varia natura sono all’ordine del giorno. È di qualche giorno fa la notizia che riguarda, solo negli Stati Uniti, i modelli Mazda2 e Mazda3.

Secondo quanto fa sapere la Nhtsa, l’agenzia governativa statunitense facente parte del Dipartimento dei Trasporti, il sedile lato guida di 173.859 tra Mazda 2 e 3 potrebbe cambiare angolazione improvvisamente causa cedimento degli ancoraggi del sistema di regolazione dell’altezza. Nel dettaglio, i modelli coinvolti sono Mazda2 MY 2011, Mazda3 2010-2011 e le Mazdaspeed 3 model year 2010-2011.

Secondo quanto comunicato da Mazda, il collegamento del meccanismo di regolazione dell’altezza potrebbe rompersi, con il risultato che i dadi di spinta possono separarsi dal telaio del sedile. La Casa giapponese riferisce anche che prima della rottura il guidatore potrebbe avvertire strani rumori dalla parte inferiore del sedile.

La conseguenza, secondo il rapporto inviato dalla stessa Mazda alla Nhtsa, potrebbe essere che “il conducente non riuscirebbe a mantenere una posizione di guida appropriata, con conseguente aumentato rischio di incidente”.

Il richiamo negli Stati Uniti prevede il controllo delle vetture coinvolte. Se i collegamenti fra sedile e meccanismo sollevatore non risulteranno danneggiati i tecnici Mazda installeranno una staffa di rinforzo e un altro dado di spinta nel collegamento con il sedile. Se i componenti risultassero rotti, invece, verranno sostituite le unità di regolazione dell’altezza con parti nuove.