Prosegue il trend positivo del mercato dell’auto italiano. A ottobre sono state immatricolate infatti 146.632 autovetture, con una crescita del 9,75%, e il consuntivo dei primi dieci mesi dell’anno chiude a quota 1.553.394 con un incremento del 16,72%.

Con 300.000 immatricolazioni in più rispetto al 2015, nel 2016 il mercato italiano si conferma in piena ripresa e ci sono le condizioni perché il recupero continui anche nel 2017: gli italiani non rinunciano all’auto e nei prossimi anni la pressione della domanda di sostituzione continuerà a sostenere le vendite.

A ottobre, l’incremento delle immatricolazioni di vetture diesel è stato del 15,5% (58,8% del totale), le motorizzazioni a benzina crescono del 7,3% al 31,2% di quota, mentre GPL e metano proseguono la loro flessione. In particolare, il metano riduce i volumi del 41,4%, mentre il GPL del 6,2%. Le vetture ibride superano quindi in termini di quota totale del mercato il metano, raggiungendo il 2,3% del totale. Anche le vetture elettriche segnano un’ottima crescita: +54,3%.

Da evidenziare l’ottimo andamento dei segmenti medi e superiori del mercato, grazie alla spinta di società e noleggi, a fronte di un leggero attivo per le immatricolazioni di city car e utilitarie e di una forte flessione dell’alto di gamma.

Le marche nazionali, nel complesso, hanno totalizzato a ottobre 41.720 immatricolazioni (+12,7%) e portano la propria quota di mercato dal 27,7% di un anno fa al 28,4%. Tutti i brand del Gruppo FCA riportano risultati positivi: Fiat +6,5%, Alfa Romeo +31,3%, Lancia/Chrysler +29,8% e Jeep +31,9%. Performance in crescita anche per Ferrari (+10,5%) e Maserati (+115,4%).

Salgono a sei le vetture italiane nella top ten delle vendite di ottobre.

Si mantiene salda in testa alla classifica la Fiat Panda (11.655 unità) seguita nuovamente da Lancia Ypsilon (5.446). Al quarto posto c’è la Fiat 500L (3.629), sesta posizione la Fiat 500 (3.509), stabile in ottava posizione la Fiat 500X (3.352) e al nono posto la Fiat Punto (3.312).