Fca vola sempre più in alto in Europa, a maggio +9%

Con oltre 78mila immatricolazioni a maggio ha aumentato le vendite rispetto all’anno scorso e la quota è stata del 6,8% in crescita sia rispetto al 6,3 di un anno fa, sia al 6,5% di aprile 2015. Per il ventinovesimo mese consecutivo continua a dominare nel segmento A con le Fiat Panda e 500.

FIATInarrestabile il trend positivo di Fiat Chrysler Automobiles in Europa. Per il quinto mese consecutivo a maggio il produttore italo-americano è cresciuto più del mercato del Vecchio Continente facendo segnare +9% e per il ventinovesimo mese consecutivo continua a dominare nel segmento A con le Fiat Panda e 500 che insieme hanno ottenuto nel mese la quota del 29,5%.

Anche con il contributo della 500X, Fiat registra a maggio il terzo mese consecutivo di crescita migliore rispetto al mercato e grazie ai risultati della Renegade, Jeep, al 19° mese consecutivo di crescita, aumenta le immatricolazioni di valori ben superiori alla media in tutti i principali mercati.

Le vendite nell’Europa dei 28 più le nazioni aderenti all’Efta hanno proseguito la loro crescita anche a maggio, benché su livelli più bassi rispetto ai mesi precedenti. Infatti, nel mese le vetture immatricolate sono state 1 milione 152 mila, l’1,4% in più rispetto a maggio 2014.

Fiat Chrysler Automobiles, come si accennava, ha ottenuto un risultato migliore rispetto a quello del mercato: con oltre 78.000 immatricolazioni, Fca in maggio ha aumentato le vendite del 9% rispetto all’anno scorso. La quota è stata del 6,8% in crescita sia rispetto al 6,3 di un anno fa, sia al 6,5% di aprile 2015.
Risultati migliori di quelli del mercato arrivano per Fiat Chrysler Automobiles da tutte le principali aree: +13,4% in Italia (mercato a +10,8%), +3,4% in Francia (dove le vendite complessive sono calate del 3,5%), +4,4 nel Regno Unito (rispetto al +2,4 del mercato) e +19,4 in Spagna (+13,9 il mercato).

Come già in marzo e aprile, anche a maggio Fiat ha ottenuto un risultato migliore rispetto alla media del mercato: le immatricolazioni, quasi 59mila, sono aumentate del 7,1% rispetto all’anno scorso e la quota è salita di 0,3 punti percentuali, attestandosi al 5,1%. Il brand è cresciuto più del mercato in Italia (+13,1%), in Francia (+10,3%) e in Spagna (+20%). Nel progressivo annuo, Fiat ha registrato quasi 290mila vetture, l’8,4% in più nel confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso per una quota stabile al 4,8 per cento.

Il marchio continua a essere leader indiscusso del segmento A (ormai da 29 mesi consecutivi) con Panda e 500 che, insieme, in maggio hanno raggiunto il 29,5% di quota nel segmento. Panda è stata l’auto più venduta nel mese con quasi 15.200 unità (poche decine in più rispetto alla 500) mentre nel progressivo annuo le sue immatricolazioni sono state quasi 77.100, l’11,5% in più rispetto al 2014. La 500 nei primi cinque mesi dell’anno è stata acquistata da oltre 81.100 clienti, il 3,1% in più nel confronto con lo stesso periodo del 2014.

Altrettanto positivo il risultato ottenuto dalla 500L che ormai da otto mesi è la più venduta del suo segmento. In maggio ne sono state immatricolate quasi 7.900 per una quota nel segmento del 24,1%. La 500X ha confermato la posizione tra le top ten europee con 5.700 immatricolazioni.

Lancia/Chrysler a maggio ha immatricolato quasi 5.700 vetture e ha ottenuto una quota dello 0,5% . Nei primi cinque mesi dell’anno le registrazioni del marchio sono state 29.600 per una quota dello 0,5%. Il marchio ha ottenuto risultati molto positivi in Germania dove, in un mercato calato del 6,7%, ha incrementato le immatricolazioni dell’8%. Ypsilon nel progressivo annuo ha aumentato le immatricolazioni in Italia del 10,7%, raggiungendo la quota del 13%.

A maggio le immatricolazioni di Alfa Romeo sono state quasi 5.600 (lo 0,4% in più rispetto a un anno fa) per una quota stabile allo 0,5%. Nel progressivo annuo le Alfa Romeo registrate sono state quasi 25.500 con una quota dello 0,4%. A maggio, il marchio ha aumentato le vendite in Austria (+20%), in Italia (+6) e nel Regno Unito (+3). Nei primi cinque mesi dell’anno le immatricolazioni sono aumentate soprattutto in Austria (+12,5%) e in Italia (+4,2). Mese positivo per Giulietta che ha incrementato le registrazioni dell’8,5% rispetto a maggio 2014.

Jeep ha registrato il 19° mese consecutivo di crescita con un altro exploit di vendite. Le immatricolazioni del brand, oltre 7.500, sono più che raddoppiate rispetto a un anno fa (+134,2%) e ancora una volta è il marchio dalla maggior crescita sul mercato in termini di aumento percentuale delle vendite. La quota di Jeep è stata dello 0,7%, anche in questo caso più che raddoppiata rispetto allo 0,3 di un anno fa. Nel progressivo annuo le immatricolazioni del marchio sono state poco meno di 36.500, quasi triplicate rispetto alle 13.300 dell’anno scorso, con una crescita del 173,6%. La quota è stata dello 0,6% rispetto allo 0,2 del 2014.

Le vendite sono aumentate in tutti i principali mercati europei con valori decisamente superiori alla media: +183,9% in Italia, +46,4 in Germania, +363,1 in Francia, +210,6 nel Regno Unito, +217,9 per in Spagna. Oltre alla Cherokee, le cui immatricolazioni a maggio sono aumentate del 4,85% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso e che da fine maggio è ordinabile con il nuovo motore turbodiesel 2.2 Multijet II con il cambio automatico a nove marce e la trazione 4×4 – è la Renegade a trainare i risultati del marchio: con quasi 5 mila immatricolazioni in maggio è ormai stabilmente tra le top ten del suo segmento.

Ferrari e Maserati,marchi di lusso e sportivi, hanno immatricolato complessivamente 857 vetture in maggio e 4.062 nel progressivo annuo.