Mondiale F1. Raikkonen replica ad Arrivabene: Non è stato un disastro, ottenuti 4° e 5° posto

Il pilota finlandese è stata accusato dal team principal d’avere regalato il terzo posto alla Williams di Valtteri Bottas con il testa-coda subito dopo il cambio gomme dalla Rossa alla Gialla. “Per cercare di raggiungere le Mercedes penso che dobbiamo migliorarci in ogni area”, ha detto Iceman.

KIMI RAIKKONEN 3Il team Ferrari di F.1 ha dato dimostrazione di un rinnovamento totale. Una famiglia più che una squadra animata dallo stesso proposito, con lo stesso obiettivo, con la stessa carica agonistica in ogni componente. Così è stato fino a Montreal. Abituati ormai ad essere comunque sul podio alla settima gara l’obiettivo è stato fallito. Secondo il team principal Maurizio Arrivabene per colpa di Kimi Raikkonen, il quale avrebbe buttato via il podio con il testa-coda subito dopo il primo cambio gomme, dalla Rossa alla Gialla, che ha consegnato la terza posizione alla Williams di Valtteri Bottas.
Alle accuse di Arrivabene ha replicato Raikkonen nell’insolito ruolo di avvocato del diavolo.

“Non è stato un disastro. Forse non il miglior nostro weekend, ma comunque ne siamo usciti con un quarto e un quinto posto. Abbiamo fatto del nostro meglio su un circuito difficile. Per cercare di raggiungere le Mercedes penso che dobbiamo migliorarci in ogni area. Lo abbiamo fatto finora e lo sviluppo è stato evidente, la macchina va bene, ma c’è ancora molto lavoro da fare”, Kimi Raikkonen.

Il cambio di filosofia in Ferrari potrebbe nuocere al prosequio del campionato se Iceman dovesse avvertire d’essere messo da parte. Non è infatti un mistero che a Maranello sono soddisfatti di Vettel, mentre nutrono più di qualche dubbio su Raikkonen, a cui potrebbe non essere rinnovato il contratto. Il finlandese per ora guarda avanti.