Marc Marquez vince il GP di Aragon al termine di una bella battaglia con Andrea Dovizioso, che con il secondo posto di oggi ottiene per la prima volta in carriera il quarto podio consecutivo in MotoGP. Una gara in bilico fino alla fine, con lo spagnolo sempre dietro all’italiano, scattato benissimo al via e subito al comando, a studiare modi e tempi per il sorpasso. Infliggendoli anche, ma con Dovi lucido e reattivo a rispondere colpo su colpo, perlomeno fino a quando Marquez a poche tornare dalla fine non ha deciso di mettere il turbo e prendersi di forza la vittoria nel gran premio di casa (ma con Dovi arrivato alla bandiera a scacchi con soli 6 decimi di ritardo).

Subito fuori dai giochi Jorge Lorenzo, che partito dalla pole position non alla perfezione finisce lungo alla prima curva e termina anzitempo la propria gara con una lussazione all’alluce destro. Visto il passo della Ducati, avrebbe certamente lottato per la vittoria. Sale quindi sul podio Andrea Iannone, che certifica i progressi della Suzuki con un terzo posto ottenuto dopo aver tenuto il ritmo di Ducati e Honda per gran parte dei 23 giri. Alle sue spalle l’altra Suzuki di Alex Rins, che precede Pedrosa e l’ottimo Aleix Espargarò, che porta l’Aprilia al miglior piazzamento stagionale. Chiudono le prime dieci posizioni Danilo Petrucci, Valentino Rossi ottavo in rimonta dalla 17^ posizione in griglia, Jack Miller e Maverick Viñales. Qui l’ordine di arrivo del GP di Aragon 2018.

I commenti a caldo

Marquez Aragon 2018 podio

Andrea Iannone: “Speravo in un podio. Abbiamo iniziato con soft dietro, è stato abbastanza difficile all’inizio, non ho spinto al massimo. Ho pensato quindi questa strategia che si è rivelata corretta, avevo qualcosa da rare e ho seguito Marquez e Dovi. È bellissimo arrivare al terzo posto. Abbiamo fatto un buon lavoro, ringrazio il team e i meccanici”.

Andrea Dovizioso: “Davvero contentissimo. Ogni volta che veniamo qui lottiamo, combattiamo. In passato abbiamo visto vari podi. Siamo contenti di questo secondo posto. È una sorpresa vedere che combattiamo sempre con Marquez. Abbiamo fatto tantissimo lavoro nella prima parte della stagione per arrivare in questa fase nel modo migliore. Continuiamo a lottare per la vittoria e un secondo posto ci fa sempre ben sperare”.

Marc Marquez: “Mi sono preso dei rischi mettendo quel tipo di gomme (soft al posteriore, ndr). Ogni volta con hard nelle prove siamo andati bene, ma non al 110%. Oggi ho preso questo rischio per guidare meglio dall’inizio e siamo riusciti a fare questa battaglia memorabile. A volte mi sono sentito a bordo pista, sul punto di cadere. Sapevo di dover preservare la gomma. Grazie mille a tutti e ad Aragon in generale”.