Anche con il titolo mondiale in tasca Marc Marquez non lascia nulla agli avversari. Sfruttando un meteo instabile con leggera pioggia, il fresco campione del mondo della MotoGP ha conquistato con il crono di 1’29”199 la pole position a Phillip Island, la quinta di fila sul circuito australiano. Beffato dunque Andrea Iannone, che aveva dominato anche l’ultimo turno di libere ma si è dovuto accontentare della quarta posizione.

Marquez è stato bravo a guidare su un asfalto viscido e insidioso, rifilando tre decimi a Maverick Viñales apparso in grande spolvero e seguito a ruota da Johann Zarco che completa la prima fila. Alle spalle di Iannone il compagno di box Rins (5^) e Jack Miller (6^). Settimo Valentino Rossi, che scatterà da una terza fila tutta italiana completata da Danilo Petrucci (8^) e Andrea Dovizioso (9^), alla sua peggiore qualifica in questa stagione. Caduta e 12esima casella in griglia piazza per Alvaro Bautista, sostituto di Jorge Lorenzo. Qui i tempi delle qualifiche.

Marquez Australia 2018

Dani Pedrosa collaudatore KTM

Alla vigilia delle qualifiche, Dani Pedrosa (18^ in griglia) ha ufficializzato l’accordo biennale con la KTM per il ruolo di collaudatore. “Avere un pilota dalle capacità e dell’esperienza di Dani come parte del nostro progetto in MotoGP – ha commentato Pit Beirer, direttore della sezione motorsport di KTM – è un altro forte segnale che dimostra che ci stiamo muovendo nella giusta direzione e che stiamo progredendo più veloce che possiamo. È bello che creda in noi e che abbia fiducia in quello che facciamo”.

Soddisfazione anche da parte del team manager Mike Leitner, ex capo-tecnico dello spagnolo: “Sono estremamente felice che siamo riusciti a raggiungere quest’accordo con Dani. Grazie a tutti questi anni in MotoGP e a tutte le sue vittorie credo che fornirà un contributo importante al nostro progetto e allo sviluppo della moto”.