Ancora una volta loro tre, ma a questo giro non è stato in “triello” ma un duello Lorenzo-Marquez. Forse un assaggio della prossima stagione quando saranno compagni di squadra. A spuntarla il maiorchino, vincitore del Gran Premio d’Austria con la Ducati che si conferma regina del Red Bull Ring (tre vittorie in tre anni, con tre piloti diversi), seguito sul podio da Marc Marquez e Andrea Dovizioso, con l’italiano per una parte di gara quasi pronto alla lotta – anzi, sembrava quasi rallentato da Jorge – ma poi arresosi nel finale. Probabilmente, Dovi ha pagato la scelta delle gomme, con medie all’anteriore e al posteriore a differenza di Lorenzo che montava soft. Scelta ancora diversa per Marquez: media all’anteriore e hard al posteriore.

Subito giù dal podio Cal Crutchlow, seguito da Danilo Petrucci e Valentino Rossi, sesto a conclusione di una gara praticamente perfetta considerate le difficoltà della Yamaha su questo circuito – con tanto di scuse ieri da parte del project leader – e la partenza dalla 14esima casella in griglia. Settimo posto per Pedrosa, seguito da Rins, Zarco e Bautista a chiudere la top ten. L’altra Yamaha ufficiale di Maverick Viñales 12esima davanti alla Suzuki di Andrea Iannone, vincitore al Red Bull Ring nel 2016 proprio con la Rossa di Borgo Panigale.

Marc Marquez guida adesso la classifica piloti con 201 punti, seguito da Valentino Rossi a 142 e Jorge Lorenzo a 130, che scavalca Dovizioso fermo a 129 punti.

I commenti a caldo

Lorenzo Austria 2018

Jorge Lorenzo: “Non mi aspettavo che Marc fosse così veloce all’inizio, ma anche io ho spinto, rispandiamo le gomme. Poi alla fine ho deciso di attaccare, sapevo di doverci provare. Sono stato più forte in alcuni settori della pista, Marc più forte in altri. Nell’ultimo giro non mi aspettava all’esterno in accelerazione e quando l’ho superato ho spinto al limite. Sono davvero contento di aver ottenuto questa vittoria, una delle mie migliori in MotoGP”.

Marc Marquez: “Mi sono divertito molto, sono secondo ma ho dato davvero tutto. Fin dalla partenza ho spinto perché avevo la posteriore dura e volevo creare vantaggio, ma poi mi hanno preso. Quando la gomma ha iniziato a calare la differenza si vedeva in rettilineo. Sono contento comunque, mi sono divertito, ci ho provato e abbiamo aumentato il vantaggio in classifica”.

Andrea Dovizioso: “Purtroppo ero terzo e non sono riuscito a guidare come volevo, poi ho finito le gomme. Eravamo tre piloti con tre gomme diverse. Ho provato a superare Jorge ma era difficile per me in staccata. Ho sfruttato troppo le gomme, o forse erano quelle sbagliate. Ho dovuto mollare presto. Sono molto deluso, perché avevamo una buona velocità. Volevo la vittoria, ma in ogni modo ha vinto un’altra Ducati e va bene così”. Gigi Dall’Igna: “Lorenzo davvero bravo, ma complimenti anche a Marquez che ci ha fatto soffrire su una pista che doveva essere favorevole a noi”.

→ MotoGP Austria – L’ordine di arrivo