Il weekend di Barcellona della MotoGP si apre nel segno di Marc Marquez. Lo spagnolo della Honda è stato il più veloce sia nelle FP1 che nelle FP2. In mattinata, la sessione è stata caratterizzata principalmente da pista umida e fino a quindici minuti dal termine solo pochi piloti, tra i quali Jorge Lorenzo, hanno girato sul nuovo layout del Montmelò, nuovo per via delle modifiche dopo l’incidente fatale di Salom lo scorso anno.

Nell’ultima parte di FP1 i piloti hanno montato gomme slick e dietro a Marquez si sono piazzati nell’ordine Crutchlow, Dovisiozo, Pedrosa, Folger e Vinales, tutti sotto al secondo di distacco. Le FP1 però sono state utili per vedere Jack Miller sbagliare ripetutamente l’ultima variante: l’australiano della Honda era rimasto al layout utilizzato nella seconda parte del weekend della scorsa stagione, ma quest’anno la MotoGP non percorrerà la chicane della Formula 1 bensì una piazzata poco prima.

“Jackass” non aveva capito questa variazione e per più giri ha sbagliato percorrenza. Fortunatamente viaggiava da solo, ma poteva essere una situazione pericolosa.

Preso scherzosamente in giro dai colleghi, Miller ha finalmente capito l’errore dopo che Marquez e altri piloti lo hanno affiancato per fargli intuire dove sarebbe dovuto passare, beccandosi anche una bandiera nera di avvertimento (che non avrà alcuna ripercussione sul suo weekend). A proposito del nuovo layout, fa già molto discutere la nuova chicane: i piloti tendono a cadere e dopo la scivolata le moto finiscono spesso in traiettoria, come successo con Baz e Bautista.

Chi non ha avuto alcun tipo di problema a prendere dimestichezza con il nuovo layout è stato Marc Marquez, che come si diceva è stato il più veloce in entrambe le sessioni di prove libere, firmando nelle FP2 il miglior tempo di 1’44”295 e staccando di quattro decimi un ottimo Jorge Lorenzo con la Ducati e di mezzo secondo il trio composto da Folger, Dovizioso e Petrucci. Sesta posizione per Tito Rabat, mentre Zarco, Pedrosa, Bautista e Rossi chiudono la Top 10.

Il pilota di Tavullia è a otto decimi da Marquez, qualificandosi momentaneamente per il Q2 di domani. Grosse difficoltà anche per l’altra Yamaha ufficiale di Maverick Viñales: il leader del mondiale è apparso senza feeling con la moto e ha lamentato perdita di aderenza all’anteriore. Tutto questo lo ha costretto alla 17^ posizione.

I tempi delle FP1
I tempi delle FP2