Bastava davvero una modifica al serbatoio per tornare a far splendere la stella di Jorge Lorenzo? Sì. Dopo la vittoria al Mugello, il maiorchino mette a segno la seconda vittoria di fila nel GP di Catalunya 2018, tornando a fare quello che ha sempre fatto: il martello indiavolato in pista, difficile da tallonare e impossibile da superare. Basti vedere Marc Marquez, che lo ha inseguito e puntato, ma alla fine è arrivato 2^ al traguardo a oltre 4 secondi da Lorenzo. Una bella botta per un altro che in quanto a martellate non scherza. Soprattutto perché il prossimo anno si troverà un bel nemico in casa.

Il box Ducati sorride a metà. Per un Lorenzo ritrovato, c’è un Andrea Dovizioso che continua a inanellare delusioni: con la caduta di oggi (mentre si trovava in terza posizione) ottiene il terzo 0 in classifica nelle ultime quattro gare. Sul terzo gradino del podio sale quindi un ottimo Valentino Rossi, da non sottovalutare mai in gara e che continua a metterci tutta la sua esperienza per tenere la Yamaha il più vicino possibile a Ducati e Honda, in questo momento le moto più performanti in MotoGP.

Alle spalle del Dottore, Cal Crutchlow seguito da Dani Pedrosa e Maverick Viñales, che con il 6^ posto mette una pezza a una gara iniziata malissimo (quarto al via, alla prima curva era decimo). Chiudono la top-ten Zarco, Petrucci, Bautista e Andrea Iannone, con l’italiano della Suzuki che a differenza di Viñales non mette alcuna pezza alla propria gara: partito quinto e benissimo (al punto di trovarsi secondo), chiude decimo.

La classifica piloti vede sempre Marc Marquez al comando, adesso con 115 punti. Secondo Valentino Rossi a 88 punti, terzo Viñales a 77. Dovizioso scivola ottavo a 66 punti, gli stessi di Jorge Lorenzo che ha iniziato a guadagnare punti importanti solo nelle ultime due gare.

I commenti a caldo

Marquez Lorenzo Catalana 2018

Jorge Lorenzo: “Una seconda vittoria di fila è fantastico. Straordinario come le cose siano cambiate in così poco tempo. Ho avuto un problema in partenza, poco buona, e sono stato superato da Marquez e Iannone. Ho mantenuto la calma e li ho superati, poi verso metà gara ho aperto un po’ di gap. Marc mi aveva ripreso, ma poi sono tornato a spingere. Davvero bello vincere qui”.

Marc Marquez: “Credo che abbiamo fatto un ottimo lavoro questo weekend. È stata dura, però ho spinto. Credo anche abbiamo scelto la posteriore giusta per noi (hard all’anteriore e al posteriore, ndr), ma è stato impossibile battere la Ducati oggi. La cosa che conta comunque è aver aumentato il distacco in classifica”. Valentino Rossi: “Sono contento, un buon risultato perché dopo le prove era piuttosto chiaro che le due Ducati e Marquez avessero un ritmo migliore. Ho dovuto lottare molto forte. Pensavo di dovermi accontentare del quarto posto, ma dopo che è caduto Dovi e dopo aver scoperto che ero più veloce degli altri dietro di me ho ottenuto punti importanti in campionato. Ancora di più considerato che su questa pista l’anno scorso abbiamo sofferto molto”.

→ L’ordine di arrivo
→ La classifica piloti