Jorge Lorenzo chiude al comando il venerdì di prove libere del GP di Germania con l’ottimo tempo di 1’20”885. Alle sue spalle un’altra Ducati, quella di Danilo Petrucci staccata di due decimi abbondanti, e se nel finale di sessione non si fosse infilato nella prima fila virtuale la Suzuki di Andrea Iannone (il più veloce questa mattina in FP1) ci sarebbe stato un terzetto tutto Rosso completato da Andrea Dovizioso, il quale deve invece accontentarsi del quarto tempo.

Un po’ attardato il super favorito Marc Marquez, in FP1 secondo e in FP2 quinto a quasi mezzo secondo, seguito da Maverick Viñales, Nakagami, Miller, Crutchlow e Bautista a chiudere la top-ten. Nei bassi fondi Valentino Rossi (17^ a quasi un secondo, ma in FP1 era 3^), ancor peggio Dani Pedrosa (20^) fresco di annuncio di ritiro dal mondo delle corse perché senza più stimoli.

Dopo essere stato dichiarato “fit” e aver disputato la prima sessione di prove libere questa mattina, chiusa con il 22^ tempo, Franco Morbidelli ha gettato la spugna e deciso di non proseguire il fine settimana tedesco. Per Morbido il dolore alla mano destra, infortunatasi durante le FP3 del round olandese ad Assen, è ancora troppo forte. Al suo posto il team Marc VDS ha schierato Stefan Bradl (21^). Dopo due stagioni di assenza, il collaudatore HRC ritorna così in pista sul circuito di casa dove nel 2014 conquistò la pole position.

MotoGP Germania – I tempi delle FP1

→ MotoGP Germania – I tempi delle FP2

→ MotoGP Germania – I tempi combinati