MotoGP GP Francia. Marc, il… Marquez di Le Mans noblesse oblige

Tremendo 1'32"246 per prendersi la pole position con una Honda Repsol insuperabile. In prima fila anche Andrea Dovizioso, secondo con la Ducati Team a 503 millesimi, e Jorge Lorenzo, terzo con la Yamaha Repsol a 600 millesimi. Valentino Rossi partirà dalla terza fila insieme con Dani Pedrosa e Danilo Petrucci (primo in Q1).

MARQUEZ 2Ipotesi tante: è lui o è la moto a non andare più come una volta? Risposta una: Marc Marquez e la Honda Repsol con un devastante 1’32″246 hanno fatto la pole position nel Gran Premio di Francia che si correrà domani, quinta prova del Mondiale MotoGP.

Tanto devastante da dare più di 5 decimi al secondo, Andrea Dovizioso con la Ducati Team, e più di 6 decimi al terzo, Jorge Lorenzo con la Yamaha Movistar. Marquez-Dovizioso-Lorenzo è la prima fila: le sorprese in partenza sono assicurate.

In seconda fila tre autentiche sorprese. A comincia da Cal Crutchlow, quarto con la Honda LCR a 651 millesimi, per passare al “lussato” e dolorante Andrea Iannone, quinto con la Ducati Team a 755 millesimi, e concludere l’allineamento con Bradley Smith, sesto con la Yamaha Tech 3 a 1″053.

In terza fila, con difficolta, per motivi diversi, Valentino Rossi settimo con la Yamaha Movistar a 1″106, il rientrante dopo un mese Dani Pedrosa ottavo con la Honda Repsol a 1″173, e Danilo Petrucci (primo in Q1) nono con la Ducati Pramac a 1″310.

La top 12 è conclusa dalla quarta fila che allinea Aleix Espargaro (secondo in Q1), decimo con la Suzuki a 1″419 (nelle libere 3 una spettacolare caduta alla curva 5 per fortuna senza eccessive conseguenze fisiche), Yonny Hernandez 11mo con la Ducati Pramac a 1″468, e Pol Espargaro 12mo con la Yamaha Tech 3 a 1″478.

Domani il warm up alle 09:40 e la gara con partenza alle ore 14:00. Forse sotto la pioggia che è caduta oggi pomeriggio leggera nel corso del quarto turno di prove libere e che ha determinato una classifica a sorpresa con Loris Baez (Yamaha Forward) leader seguito sull’estemporaneo podio da Alex de Angelis secondo (Art) e Dani Pedrosa terzo.