MotoGP GP Italia. Ducati-Honda-Yamaha nel primo giorno del Mugello

Andrea Dovizioso con la Ducati Team primo nelle libere 1 e nelle libere 2 ha concluso col miglior giro del venerdì in 1'47"479. Secondo Marc Marquez con la Honda Repsol a 164 millesimi e terzo Jorge Lorenzo con la Yamaha Movistar a 373. Quarto Andrea Iannone, Valentino Rossi nono e Dani Pedrosa 13mo. Domani la qualifica per la griglia.

DOVIZIOSOVenti di guerra soffiano al Mugello sulla sesta gara della stagione della MotoGP. Ducati, Honda e Yamaha, le tre potenze belligeranti hanno piazzato a conclusione dei primi due turni di prove liberi tre cannonate che sono un programma. Andrea Dovizioso è stato il più veloce della giornata, sia in mattinata, sia nel pomeriggio quando ha chiuso le ostilità con 1’47″479. Dentro lo stesso range altri tre piloti. Il secondo, Marc Marquez con la Honda Repsol a 164 millesimi, il terzo, Jorge Lorenzo con la Yamaha Movistar a 373, e il quarto, Andrea Iannone, con l’altra Ducati Team a 515.

Poi la lunga teoria in 1’48” che comprende gli altri dal quinto al 12mo posto che virtualmente aspirano ai posti della Q2. Quinto, quindi, Bradley Smith con la Yamaha Tech3 a 559 millesimi, sesto Cral Crutchlow con la Honda LCR a 645, settimo Aleix Espargaro con la Suzuki a 658, ottavo Scott Redding con la Honda Estrella Galicia a 685, nono Valentino Rossi (nel finale insabbiatosi per un lungo alla San Donato) con la Yamaha Movistar a 732, 10mo Pol Espargaro con la Yamaha Tech 3 a 804, 11mo Michele Pirro con la Ducati Pramac a 838, 12mo Danilo Petrucci con la Ducati Pramac a 940.

Dani Pedrosa con la Honda Repsol 13mo, anch’egli in 1’48”, a 956 millesimi da Dovizioso.

Domani l’intesa giornata comincerà alle 09:55 con le libere 3 per proseguire nel pomeriggio che prevede alle 13:30 le libere 4, alle 14:10 le qualifiche 1 e alle 14:35 le qualifiche 2 per decidere le prime quattro file della griglia.