L’Italia si attendeva una vittoria italiana. E così stato, ma non con il nome che tutti avevano in mente. È Andrea Dovizioso a trionfare al Mugello, conquistando la prima vittoria stagionale ma soprattutto mettendo la Ducati sul gradino più alto del podio nel Gran Premio d’Italia dopo a 8 anni di astinenza (l’ultima con Casey Stoner, nel 2009) e tenendosi dietro la Yamaha di Maverick Viñales e l’altra Ducati del team Pramac di un sorprendente Danilo Petrucci. Quarto Valentino Rossi.

DesmoDovi ritrova così una vittoria che mancava da Sepang 2016, regalandosi una domenica storica: è il primo italiano a vincere con la Ducati nel GP d’Italia ed è una vittoria che compone lo splendido tricolore di oggi al Mugello insieme ai successi di Mattia Pasini in Moto2 e Andrea Migno in Moto3. Cosa ancora più pazzesca, adesso Dovizioso è secondo in classifica piloti, a 26 lunghezze da Viñales, che con il secondo posto di oggi ha guadagnato punti preziosi.

Lo spagnolo della Yamaha è stato a lungo primo dopo una partenza perfetta, ma si è dovuto arrendere alla giornata di grazia della Ducati.

danilo petrucci mugello

Alle sue spalle un altro italiano autore di una prestazione eccezionale, Danilo Petrucci, con la Ducati del team Pramac. Partito dalla nona casella in griglia è stato autore di una super gara. Talmente super che anche lui stentava a vedere il suo nome sul terzo gradino del podio. Peccato invece per Valentino Rossi, dolorante anche a fine gara e non al meglio della forma. Il quarto posto mantiene comunque vivo il mondiale: è terzo a 4 punti da Dovizioso.

Al quinto posto un’altra Ducati, quella di Alvaro Bautista (Aspar), mentre chiude solo sesto Marc Marquez, a confermare un weekend italiano decisamente anonimo. Completano la Top 10 Johann ZarcoJorge Lorenzo (partito fortissimo ma poi spentosi lentamente), Michele Pirro e Andrea Iannone. Tra i ritirati Dani Pedrosa e Cal Crutchlow, che finiscono malamente la gara poco prima del termine con lo spagnolo che scivola e stende in pieno il britannico.

L’ordine di arrivo del GP Italia 2017