La conferenza stampa piloti apre ufficialmente il weekend della MotoGP al Mugello. Assente Valentino Rossi (per via dell’infortunio), presenti invece Maverick Viñales, Dani Pedrosa, Johann Zarco, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone.

Già particolarmente competitivo nelle prime gare, Maverick Viñales punta a confermarsi un avversario ostico anche nel GP d’Italia, nonostante sa di giocare in casa del Dottore: “Sarà difficile qui, con tutti i fan di Valentino, ma siamo motivati e la moto può essere veloce. Siamo riusciti a migliorarci ancora a Le Mans, anche se il mio stile di guida non è ancora perfetto. Confrontando i dati raccolti in passato abbiamo visto che la Yamaha è sempre stata forte qui: ho studiato quanto fatto da Lorenzo l’anno scorso e sicuramente mi sarà utile”.

Le cadute di Rossi e Marquez a Le Mans hanno permesso a Dani Pedrosa di arrivare al Mugello occupando la seconda posizione nella classifica piloti: “Sarà una gara importante, ma con il bel tempo possiamo subito trovare un buon feeling su un tracciato così veloce. Dobbiamo cominciare bene il weekend, cercando di ottenere un buon piazzamento in qualifica: abbiamo visto com’è andata a Le Mans, siamo partiti troppo indietro, anche se poi è arrivato il podio. Nel corso dei test a Barcellona siamo riusciti a migliorare ancora qualche aspetto, e questo è davvero un bel tracciato, sia per quanto riguarda il layout che per l’ambiente”.

Non sorprende quasi più Johann Zarco, che proprio davanti al suo pubblico di casa due settimane fa è salito sul podio per la prima volta in MotoGP: “In passato ho ottenuto bei risultati su questa pista e considerando i progressi realizzati a Le Mans credo sia possibile sognare un altro bel risultato. L’inizio di stagione è stato davvero ottimo e non mi aspettavo il secondo posto in Francia, ero contento di chiudere terzo finché Valentino non è caduto”.

Chi invece deve iniziare a raccogliere qualcosina in più è Andrea Dovizioso, a podio finora solo in Qatar, il quale però ammette le difficoltà della Ducati: “Questa è sempre una gara speciale, soprattutto per i piloti italiani e per Ducati. Ogni weekend però è una storia a sé. Dovremo capire come funziona la gomma, sarà difficile ma puntiamo comunque al podio. La moto presenta ancora dei problemi che non abbiamo sistemato, è la realtà: tante cose sono cambiate e sarà difficile ripetere il record di velocità di Iannone dell’anno scorso. C’è molta pressione, ma è sempre bello guidare su questa pista e sentire l’affetto dei tifosi”.

A proposito di Andrea Iannone, qui al Mugello il pilota della Suzuki sembra pronto a mostrare tutto il suo potenziale, su quello che considera il suo tracciato: “Ho bei ricordi di questa pista, per me è sempre un posto speciale. Quest’anno però abbiamo qualche difficoltà in più, soprattutto per quanto riguarda il mio feeling con la moto, ma credo che questo sia un buon tracciato per noi. Arriveranno delle novità in Giappone e credo che in tre o quattro gare sia possibile compiere qualche passo avanti. Nel frattempo, daremo il massimo, sperando di chiudere un bel weekend”.

La conferenza stampa piloti della MotoGP si chiude con le domande social e allo spagnolo Viñales è toccato rispondere a una domanda sulla finale di Champions League tra Real Madrid e Juventus: “Posso rispondere alla prossima gara? Qui in Italia dovrei tifare Juve. In ogni caso, spero sia un bel match. E che vinca il Real Madrid”.