Il sesto appuntamento della MotoGP 2017 inizia tingendosi di rosso con il dominio Ducati nelle prime prove libere del Gran Premio d’Italia. Andrea Dovizioso è stato infatti il migliore della mattinata con il tempo di 1’47”394, staccando di pochi millesimi la Desmosedici di Michele Pirro, wild card sul tracciato toscano. La prima sessione ha dunque mostrato la potenza del motore Ducati, che conferma le previsioni di inizio weekend.

Nella seconda sessione di prove non sono mancate le sorprese, con Cal Crutchlow al comando col tempo di 1’47”365, crono praticamente identico a quello di Dovizioso in mattinata. Il forlivese della Rossa conferma comunque di essere molto in forma, chiudendo alle spalle di Crutchlow per soli 161 millesimi. Dietro di lui le due Yamaha del Team Tech3 con Jonas Folger terzo seguito dal compagno di squadra Johann Zarco, che precede di soli 14 millesimi Dani Pedrosa.

Scorrendo la classifica possiamo trovare cinque Ducati nelle prime 10 posizioni: oltre a quella di Dovizioso, ci sono Hector Barbera sesto (Avintia), Alvaro Bautista settimo (Aspar) a precedere la Suzuki di Andrea Iannone, e poi Michele Pirro e Danilo Petrucci a chiudere la Top 10. Undicesimo tempo per un Jorge Lorenzo in evidente difficoltà con le gomme, davanti alle due Yamaha ufficiali di Valentino Rossi e Maverick Vinales, rispettivamente 12^ e 13^ a più di 6 decimi da Crutchlow.

Considerata la convalescenza, le difficoltà per Rossi erano preventivabili, mentre la FP2 è stata molto difficile per il leader del mondiale, protagonista di una brutta caduta alla curva dell’Arrabbiata 2 che gli è valsa un’abrasione dell’avambraccio che gli ha fatto saltare una buona metà del turno. Dietro alle due Yamaha Factory c’è Marc Marquez, che non è riuscito a fare meglio della 14^ posizione, a +0”738 dalla vetta e con solo 5 giri compiuti durante la sessione.

I tempi delle FP1
I tempi delle FP2