Ogni anno, da dieci anni a questa parte, Michelin Italia è impegnata in diverse iniziative formative destinate a tutti, a partire dai bambini, che riguardano la mobilità. L’obiettivo è di promuovere un comportamento responsabile e di diffondere la consapevolezza che i rischi non si trovano solo nelle situazioni difficili e estreme, ma anche nel quotidiano.

Il progetto di quest’anno, Muoversi per il mondo, verrà introdotto in circa 2.200 classi italiane, a partire dalle scuole primarie fino alle secondarie di secondo grado. L’obiettivo è di insegnare agli studenti a muoversi meglio, assumendo la consapevolezza che la mobilità sostenibile è un diritto di tutti e un’opportunità di crescita culturale, sociale ed economica.

Oltre a questo ci sono già stati altri progetti, poiché Michelin, ogni anno, condivide con gli insegnanti e gli studenti delle scuole un progetto scolastico, a cui hanno partecipato bambini e ragazzi dai 6 a 19 anni insieme agli insegnanti e alle famiglie, che viene integrato alla normale programmazione ministeriale, rendendolo una materia interdisciplinare.

Il progetto prevede esercitazioni, dibattiti e attività creative. Le classi, infatti, attraverso varie attività sviluppano delle idee sul tema del viaggio e della mobilità sicura e sostenibile per tutti, realizzando video, diari di viaggio, scrapbook, interviste, progetti, graphicnovel e plastici. Ci sono, inoltre, dei premi in palio, che sono contributi per una biblioteca di testi sul tema del viaggio e per viaggi di istruzione o uscite didattiche, oltre a carte e guide Michelin.

Oltre a questa iniziativa, Michelin propone anche altre attività, come il “Villaggio Michelin” per la sicurezza stradale, un vero e proprio villaggio in miniatura dove i bambini possono fare delle gare in bicicletta o cimentarsi con simulatori di guida, urto e ribaltamento e occhiali a lenti distorcenti, che danno la percezione di essere sotto l’effetto dell’alcol o di sostanze stupefacenti.