Mercedes ha svelato le prime informazioni e le prime immagini della nuova A 35 4Matic, che arricchisce la gamma AMG di un modello base accattivante come pochi ed è stata sviluppata assieme alla futura A 45 4Matic. Basata sulla nuova piattaforma di Mercedes-Benz e spinta da un motore turbo quattro cilindri da 2.0 litri completamente nuovo, la nuova A 35 4Matic sviluppa una potenza di 306 cv e vede una serie di importanti upgrade che hanno toccato scocca, telaio, trazione integrale, cambio, programmi di marcia e messa a punto.

Al carattere agile e dinamico della nuova A 35 4Matic concorre anche il cambio a doppia frizione AMG Speedshift DCT 7G, con rapporti delle marce selezionati per offrire una migliore accelerazione a qualsiasi velocità e funzione Race Start di serie per un’accelerazione da fermo perfetta. Nuovo è l’AMG Dynamics, un’impostazione inserita nei programmi di marcia che amplia le funzioni stabilizzanti dell’ESP. La base dell’assetto Ride Control AMG, invece, è lo stesso della nuova Classe A e con le sospensioni attive, disponibili a richiesta, è possibile scegliere fra tre diverse regolazioni dell’assetto, modificando la taratura da confortevole a sportiva. L’impianto frenante ad alte prestazioni prevede all’anteriore pinze fisse monoblocco a 4 pistoni di nuova concezione e dischi freno da 350 millimetri, mentre sull’asse posteriore pinze a pugno a 1 pistone e dischi freno da 330 mm.

A tanta sostanza sportiva corrisponde un design in linea con le aspettative di chi ricerca una compatta con carattere da vendere. Fra i tratti distintivi, la mascherina del radiatore con doppia lamella, la grembialatura anteriore AMG Line con flic sulle griglie delle prese d’aria, spoiler frontale, cerchi in lega leggera da 18 pollici a doppie razze (ottimizzati aerodinamicamente), spoiler sul tetto e due mascherine dei terminali di scarico dalla forma circolare. La nuova Mercedes-AMG A 35 4Matic farà il suo debutto mondiale al Salone di Parigi; l’inizio delle vendite partirà a ottobre 2018, mentre il lancio sul mercato è previsto da gennaio 2019.