È l’erede di un modello che ha fatto storia dagli Anni ‘80 in poi. Il progetto della nuova Suzuki Katana parte dal concept – realizzato da Engines Engineering, su disegno dell’italiano Rodolfo Frascoli – esposto a Eicma 2017, che tanto è piaciuto al pubblico tanto da spingere Suzuki a credere ancor più nel rilancio di questo modello. I tratti della nuova Katana lasciano dunque intravedere quelli scultorei della prima generazione, con un faro a Led che richiama per certi versi la tradizionale spada giapponese che dà il nome al modello.

La base meccanica è la stessa di un’altra Suzuki che ha fatto epoca: il motore deriva infatti da quello della GSX-R1000 K5 del 2005. Gli ingegneri di Hamamatsu hanno trovato una messa a punto ideale per un impiego stradale, grazie anche all’adozione di un impianto di scarico 4-in-2-in-1 con uno spettacolare silenziatore nero che punta verso l’alto. La potenza massima è di 150 cv. Le dimensioni contenute del motore hanno permesso di realizzare un telaio in alluminio a doppio trave rigido e molto compatto, che collega in modo diretto il cannotto di sterzo al forcellone, quest’ultimo ereditato dalla GSX-R1000 del 2016.

La forcella KYB a steli rovesciati da 43 mm è completamente regolabile, mentre il monoammortizzatore permette di intervenire sul precarico molla e sul freno idraulico in estensione. All’anteriore lavorano pinze freno Brembo ad attacco radiale, assieme al sistema Abs fornito da Bosch i cui dati sulle velocità delle ruote vengono utilizzati anche dal controllo elettronico della trazione. La dotazione standard prevede il Suzuki Easy Start System e il Low RPM Assist, che facilitano avviamenti e partenze.

A Intermot 2018, Suzuki ha svelato anche il model year 2019 della supersportiva GSX-R1000, che si riconosce per una livrea inedita con grafiche d’ispirazione racing. Un ulteriore tocco di sportività arriva dall’adozione di una finitura nera per il silenziatore dell’impianto di scarico, al posto di quella grigia impiegata fino a oggi. Il Quick Shifter bidirezionale è ora standard su tutte le versioni e non più solo sul top di gamma GSX-R1000R. Altra novità, la GSX-S750 in versione depotenziata a 35 kW per i giovani motociclisti.