Nuova Volkswagen Sharan. A settembre da 34.100 euro

Per il 20° compleanno della Sharan, Volkswagen lancia sul mercato una nuova versione della monovolume tedesca di maggior successo della categoria. Tre i motori disponibili, con prezzi che partono da 34.100 euro.

media-Nuova Sharan_DB2015AU01032

Dopo due decenni, tre generazioni e oltre 800.000 unità vendute, Volkswagen lancia la nuova generazione della monovolume tedesca di maggior successo della categoria. La nuova Volkswagen Sharan arriverà a settembre, con 3 nuovi motori turbo sovralimentati a iniezione diretta Euro 6: il benzina 1.4 TSI da 150 cv con cambio manuale a 6 rapporti e 2 diesel TDI da 150 e 184 cv, il primo abbinato al cambio manuale o DSG 6 marce e il secondo al solo cambio DSG.

Cinque gli allestimenti disponibili con prezzi che vanno da 34.100 euro a 47.650 euro.

Tra i nuovi sistemi di assistenza alla guida troviamo la nuova frenata anti collisione multipla, e a richiesta è poi disponibile il sistema di controllo perimetrale Front Assist che avvisa il guidatore quando viene raggiunta una distanza di sicurezza critica e, all’occorrenza, interviene frenando. La funzione di frenata di emergenza City, integrata nel sistema, lavora invece a velocità fino a 30 km/h e avvia automaticamente la frenata di emergenza in caso di imminente collisione.

Per la prima volta sulla monovolume Volkswagen è disponibile il cruise control con regolazione automatica della distanza ACC. D’ora in poi, anche per le versioni con cambio manuale, il freno di stazionamento elettronico verrà completato di serie con la funzione Auto-Hold, che a vettura ferma o in fase di partenza impedisce che la vettura si sposti accidentalmente.

Sul fronte degli equipaggiamenti a richiesta, nuovi sono anche: dispositivo di assistenza al parcheggio di terza generazione (entrata e uscita dal parcheggio assistite) e sensore Blind Spot (in caso di cambio di corsia, avvisa della presenza di veicoli nell’angolo cieco) con assistenza all’uscita dal parcheggio (in caso di uscita dal parcheggio in retromarcia, avvisa della presenza di veicoli che si avvicinano).

Se la Sharan è dotata di Lane Assist, il sistema viene collegato alle funzionalità del sensore Blind Spot. Dal modello precedente sono state mutuate tecnologie quali sistemi di regolazione automatica delle luci abbaglianti Light Assist (versione base) e Dynamic Light Assist (in abbinamento ai fari allo xeno), telecamera per la retromarcia Rear View e riconoscimento della segnaletica stradale.

Sulla nuova Sharan ci sarà anche la seconda generazione della piattaforma modulare di infotainment (MIB II) che offre il sistema da 5 pollici Composition Colour e i sistemi da 6,5 pollici disponibili a richiesta Composition Media e Discover Media (inclusa navigazione).

Per il massimo della connettività a bordo ci sono le funzioni Car-Net App Connect e Guide & Inform. Dietro ad App Connect si nascondono le interfacce per smartphone MirrorLink, Android Auto (Google) e CarPlay (Apple), grazie alle quali possono essere visualizzate nel sistema di infotainment le più svariate app.

A partire dall’impianto Composition Media, d’ora in poi sarà possibile accoppiare due telefoni contemporaneamente ed è stata inoltre perfezionata la qualità dei messaggi vocali (Wide Band Speech HFP 1.6). Un’altra novità è costituita dalla messaggistica sms: grazie al Text-to-Speech sarà possibile far leggere al sistema gli sms ricevuti. I template previsti, come “Richiama”, rendono più sicuro rispondere mentre si è alla guida. A partire dal Composition Colour, invece, mediante la predisposizione per telefono cellulare Comfort è disponibile a richiesta un vano portaoggetti per l’accoppiamento a induzione dello smartphone all’antenna esterna della Sharan.

EQUIPAGGIAMENTI A RICHIESTA
Oltre ai nuovi sistemi di assistenza, comfort e infotainment, le dotazioni a richiesta comprendono, tra gli altri, una nuova funzione di massaggio per i sedili regolabili in 12 posizioni, i nuovi inserti Rovere Specchio per la plancia e i pannelli delle porte, Light Assist e Dynamic Light Assist (gestione automatica degli abbaglianti per i proiettori standard e i fari allo xeno), regolazione adattiva dell’assetto DCC, telaio sportivo, regolazione del livello per l’asse posteriore, porte scorrevoli con apertura/chiusura elettrica, portellone a comando elettrico e apertura/chiusura del portellone gestite in alternativa da sensori (Easy Open con movimento del piede dietro il paraurti posteriore).

E non si finisce qui: interni in pelle nappa, telecamera per la retromarcia Rear Assist, tetto panoramico scorrevole, climatizzazione autonoma a motore spento, pacchetto di gestione bagagli con rete divisoria e sistema di chiusura/avviamento Keyless Access. I vacanzieri con roulotte e i proprietari di barche apprezzeranno certamente il dispositivo di traino a scomparsa.

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.