Ormai manca solo il “sì” del Senato per la manovrina fiscale in cui è inserita una modifica al Codice della Strada. La nuova normativa sanziona “automaticamente” chi sosta in aree predisposte al carico e allo scarico delle merci senza autorizzazione.

Se fino ad oggi per ricevere una multa per divieto di sosta era indispensabile la contestazione immediata della violazione da parte delle Forze dell’Ordine, con la nuova normativa sarà sufficiente una telecamera – omologata per questa funzione – per attestare l’infrazione e mandare al multato la contravvenzione direttamente a casa.

La multa costerà 41 euro – se viene pagata entro i primi 5 giorni, l’importo scende a 28,70 euro – ed è prevista anche la rimozione del mezzo. La notizia è stata diffusa dal quotidiano d’informazione giuridica dirittoegiustizia.it. Le nuove norme sono all’interno dell’articolo 47 bis della manovrina, il cui titolo è “Disposizioni in materia di trasporto su strada”, che modifica l’articolo 158 comma 2 del Codice della Strada, in cui vengono trattati i casi di sosta vietata. S’interviene, inoltre, sull’articolo 201, comma 1.bis lettera g) sull’esonero della contestazione immediata dell’infrazione al Codice della Strada.